Il centrodestra correrà unito alle elezioni amministrative di Fidenza

Il centrodestra correrà unito alle elezioni amministrative di Fidenza
Lo annunciano Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia

Il centrodestra fidentino suona la carica per le elezioni amministrative 2019. In un comunicato congiunto Francesca Gambarini, commissario provinciale di Forza Italia e attuale capogruppo in Consiglio comunale, Samantha Parri, segretaria comunale della Lega, e Massimo De Matteis, segretario provinciale di Fratelli d’Italia, annunciano di essere già al lavoro per le elezioni comunali. “Il centrodestra si presenterà unito alle prossime elezioni comunali – scrivono in una nota Gambarini, Parrii e De Matteis – . Forza Italia, Lega e Fratelli sono al lavoro per presentare il miglior progetto e la miglior squadra possibile ai fidentini. Fidenza ha bisogno di un’alternativa all’attuale amministrazione di sinistra, che si è contraddistinta soprattutto per l’arroganza e la totale assenza di trasparenza. Il nostro progetto sarà aperto a tutte quelle forze civiche che non si riconoscono nel Pd e nell’attuale amministrazione. Le fughe in avanti non ci piacciono ma possiamo già dire che al centro del nostro progetto ci saranno Fidenza e i suoi cittadini con i loro bisogni. Vogliamo dare ai fidentini tutte quelle risposte che l’attuale amministrazione non ha dato loro, a partire dalla crescente insicurezza – tema collegato a quello dell’immigrazione – al progressivo impoverimento del centro storico e delle frazioni, dalla viabilità alla tassazione, dal sociale alla salute e all’ambiente. Questa amministrazione lascerà in eredità un debito tornato ai livelli pre 2009 e un Psc che riapre la stagione della cementificazione della città e un bilancio drogato dalla vendita delle reti gas. Una vendita che è servita al sindaco Massari per avviare la stagione elettorale del taglio dei nastri di cantieri. Pochi mesi e dei 14 milioni non rimarrà un centesimo. Sotto lo scintillio dell’albero di Natale abbiamo il vuoto e l’arroganza di un sindaco che addirittura si permette di sbeffeggiare e prendere a male parole chiunque osi criticarlo. Ai fidentini, che ogni giorno si rivolgono ai noi per segnalarci le più svariate problematiche, vogliamo dire che un’alternativa c’è e vogliamo costruirla per loro e con loro”.

Educare le nuove generazioni con scuole all’altezza

La prima politica a sostegno della famiglia passa attraverso la messa a disposizione di servizi educativi e scolastici di qualità e nella quantità necessaria per rispondere all’esigenze dei fidentini. Intendiamo pertanto di riprendere il lavoro che aveva portato alla costituzione del tavolo Tecnico per la scuola dove si sono potuti confrontare con uguale dignità ed hanno concorso a realizzare le politiche scolastiche tutte le scuole statali e paritarie del comune. Un lavoro di concertazione che ha consentito di difendere le ragioni di Fidenza sui tavoli provinciali e di ottenere successi significativi come la conferma della sezione del Liceo Classico o l’autorizzazione di nuove sezioni statali di scuola materna.
Non abbiamo condiviso il fatto che si sia fatto ogni sforzo per realizzare la nuova sede del Solari in un luogo inappropriato e nulla di concreto per la sostituzione della scuola “Ongaro” di via Caduti di Cefalonia e per la realizzazione di nuovi spazi per la scuola materna che, oggi, è la vera sofferenza per le famiglie fidentine.
Fidenza è un polo centrale per l’istruzione superiore e ancora di più potrà esserlo con il superamento delle barriere amministrative provinciali. La difesa dei suoi indirizzi scolastici, come è stato fatto per il Classico ma non per i Geometri, diviene fondamentale insieme ad una capacità di lavorare come territorio in sinergia con le forza produttive, per consolidare il legame tra scuola e impresa che consente ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze di trovare un giusta occupazione. In tal senso massimo impegno dovrà essere indirizzato al potenziamento della presenza dell’IIS Berenini nel polo tecnico professionale dei Materiali Compositi approvato dalla Regione. Mentre bisognerà rafforzare i legami europei che hanno consentito di salvare la sezione di liceo Classico del Paciolo – D’Annunzio e che caratterizzano nel complesso la capacità di relazione e lo spirito europeista degli istituti superiori della nostra città.

 

Sport e volontariato, il prezioso ruolo delle associazioni

In una situazione di crisi economica generale come quella attualeガスバーナーセット プロパンガス用 【 金属 工作 工芸 鋳金用具 こんろ ガス 】, uno dei settori che per primo viene penalizzato è quello dello sport結婚指輪 マリッジリング 10金 一粒ダイヤモンド 平打ち ペアリング イエローゴールドK10 ホワイトゴールドK10 文字入れ 刻印 可能 当店人気 2本セット ブライダル ギフト. Infattiセイコー SEIKO セイコー セレクション ソーラー 電波 レディース 腕時計 SSDY017 国内正規【ポイント10倍】【楽ギフ_包装】, le risorse che le sempre più numerose famiglie in difficoltà potrebbero destinare alla pratica sportiva dei figli – ma non solo – vengono spese per attività ritenute più necessarieアコーデオンドア!トーソー アコーデオンドア クローザ エクセル TD-5065/TD-5066 セフア. Noi crediamo che lo sport sia un’attività fondamentale per la crescita dei giovani ma anche per il benessere degli adulti e quindi non un lussoQ-gadget KB01/BG. Nonostante la crisiホノミ漢方薬 チョウケイ錠「加味逍遥散」360錠×5個【剤盛堂薬品】【第2類医薬品】【4987474447219】【送料無料!】【メール便?ネコポス不可】, la pratica sportiva deve essere garantita soprattutto per i minoriMEDICOM TOY セイバー・リリィ RAH セイバーオルタ Fate/Zero(フェイト/ゼロ) 16 アクション フィギュア cosplay. Vogliamo pertanto potenziare gli aiuti alle famiglie anche valutando di ripensare la scelta fatta dall’amministrazione uscente di togliere la gratuità per l’utilizzo degli impianti sportivi per i minori fino a 17 anniThe Bagpipes of Spanish Asturi【中古】. Inoltre ci poniamo come obiettivo quello di aiutare l’associazionismo sportivo【即日発送可】pt900 0.3ct テンダイヤモンドハートネックレス ペンダント 10石ダイヤモンド 0.3カラット[SIクラス/無色透明F〜DカラーGOOD〜VERYGOOD]10年・10周年 1, che è un invidiabile patrimonio della nostra città平打ち 3mm マリッジリング ピンクゴールドK18 婚約 結婚指輪 ペアリング K18PG pair ring オシャレ 贈り物 ジュエリーアイ ギフト, con una politica di dialogo e concertazione che è purtroppo mancata in questi ultimi anni.
Per noi la gestione dello sport da parte di una municipalizzata non ha dato i risultati sperati facendo aumentare i costi senza garantire adeguatezza né nell’erogazione dei servizi né nella manutenzione degli impianti. Cercheremo pertanto di percorrere seriamente -nel rispetto delle leggi – il progetto di affidare direttamente alle società sportive la loro gestione.
Cercheremo inoltre le risorse necessarie – anche nazionali e regionali – per poter ristrutturare la poderosa ma purtroppo per lo più obsoleta impiantistica sportiva della città.
Le associazioni sono la ricchezza e il cuore pulsante della città, questo vale non solo per quelle sportive ma anche per soprattutto per quelle che si occupano di volontariato sociale, sanitario e culturale; oggi però possono sembrare un cuore stanco e affaticato. Queste realtà non devono sostituirsi all’istituzione ma devono supportarla nelle difficoltà. È per questo che riteniamo indispensabile fare azione di educazione sociale al fine di portare il cittadino a fare un utilizzo oculato di tali realtà evitando di oberarle di attività improprie. Gli uffici che svolgono attività l pubblico nel settore sociale e sanitario dovranno pertanto fungere da sportello informativo attraverso il quale promuovere un utilizzo corretto delle risorse del volontariato.
L’associazionismo avrà un ruolo centrale nella nostra riorganizzazione della città. Il nostro obiettivo non sarà tanto quello di coinvolgerlo, poiché lo riteniamo obbiettivo scontato, ma quello di aiutarlo a cresce per assumere un ruolo sempre maggiore. Tale aiuto può passare anche attraverso la defiscalizzazione dei tributi comunali e garantendo più spazi per le attività.

Persone e famiglia, tutela e bisogni

Tutto il nostro programma, e non solo un capitolo, è dedicato alla tutela e ai bisogni delle famiglie e delle persone. Non ci sottraiamo però ad individuare alcune azioni prioritarie:
Anziani: Favorire la domiciliarietà delle persone anziane evitandone l’istituzionalizzazione; favorire la personalizzazione e la continuità assistenziale implementando i servizi della rete; fornire risposte di cure adeguate ai bisogni; promuovere il miglioramento della qualità della vita attraverso corsi di attività motoria per anziani residenti nel Comune di Fidenza mediante l’accreditamento di soggetti operanti nel campo dell’attività motoria e fisioterapica
Diversamente abili: Promuovere una città accessibile per tutti, investendo per abbattere le barriere, lavorare con l’inclusione della persone con disabilità vuol dire, di fatto, occuparsi potenzialmente del benessere di tutti i cittadini. Le politiche per la disabilità non sono, quindi, una componente residuale del nostro impegno quanto piuttosto un modo di fare e guardare allo sviluppo della città che può orientare tutta l’azione amministrativa con ricadute positive per l’intera collettività. L’esperienza di lavoro sul fronte della disabilità ha insegnato che soluzioni e progetti per le persone con disabilità di fatto disegnano un volto della città, dei suoi servizi e dei suoi spazi di vita qualitativamente migliori per tutti.
Favorire, incentivare e promuovere ogni qualvolta possibile servizi che garantiscano un progetto di vita indipendente e rispettosi della dignità della persona
Famiglia: Sostenere la famiglia nell’assolvimento dei propri compiti e promuovere tutti quei servizi come gli asili nido, i centri estivi, ecc. che possano aiutare i genitori nell’assolvimento dei loro compiti; Realizzare “welfare locale” sussidiario caratterizzato dallo sviluppo di relazioni sociali fra i vari soggetti del mondo associativo e imprenditoriali i quali sono chiamati ad assumere responsabilità dei confronti della famiglia così da creare le condizioni per una comunità sensibile alle esigenze della famiglia.
Infanzia e adolescenza: Formare proposte capaci di coniugare i tempi di cure e di lavoro dei genitori con le esigenze produttive del territorio; Valorizzare al meglio tutte le risorse educative del tessuto sociale e promuovere la maggior interazione fra la realtà pubblica e quella privata, ponendosi come garante la qualità della rete di servizi della prima infanzia, vogliamo perciò proseguire nella realizzazione di nidi aziendali come validi strumenti di mediazione tra amministrazione comunali e imprese del territorio con validi strumenti di sostegno alla qualità dei ritmi di vita di lavoratrici e lavoratori.
Minori: Tutela dei minori e salvaguardia dei loro diritti per il futuro della nostra società occorre strutturare servizi pomeridiani di accoglienza per adolescenti con attività culturali ( informatica, lingue straniere, cultura locale).

Cultura e turismo: ripartire dagli spazi oggi vuoti

È possibile fare cultura avendo un progetto da costruire e delle idee da valorizzare senza che sia necessario avere tanti denari da spendere【業務用】ステンレス折り畳みカート ESW-K3 【 メーカー直送/代金引換決済不可 】. È però fondamentale sapere coinvolgere chi vuole partecipare alla vita culturale【デスクオンファンシークロック (6145) ※セット販売(120点入)】2017年 販促品・ノベルティグッズ【楽ギフ_包装】, dal volontariato agli imprenditori illuminati【SX ベロナ ジュースディスペンサー 5L U17-1000】 幅280×奥行210×高さ515(mm)【業務用】【グループA】. Con i 150 anni dell’Unità d’Italia e del Teatro Magnani abbiamo mostrato cosa si può fare con belle ideeソファ 3人掛け ヘッドレスト付き カウチソファ 設置無料, un progetto serio e la determinazione nel realizzarlo【GET!生活の木 エッセンシャルオイル セージ 1000mL】精油・アロマ. Quel pezzo di esperienza è la linea guida di un cammino che si è interrotto e che siamo pronti a proseguire【4000円OFFクーポン配布中】 キッズコーナー 病院 歯医者 休憩所 TB-1231.
Questo ci consentirà di completare la fruibilità del complesso storico delle Orsoline【クーポン獲得】【ポイント10倍】【3000円以上送料無料】ムーミン生誕70周年ダイヤモンド?ホワイトセラミックウォッチリトルミィ 3個セット, valorizzandolo come contenitore museale e creandovi altri spazi di cultura【あす楽】アイロボットiRobot掃除機ルンバ876 15点Iセット、景品、二次会 景品、目録、ゴルフコンペ、忘年会、新年会. Già oggi è sede della biblioteca comunale ma vogliamo che ampli la sua multisettoriale aprendosi il più possibile ad ogni forma di espressioneK18ゴールド×ダイヤモンド「モルガン」ネックレス ペンダント★0.25ct パヴェ マイクロ 三角 個性 オレフィーチェ: dal cinema alla musicatecnico テクニコ ラッシュグランディールまつ毛化粧品3種販売セット(gra3set) まつ毛エクステ, dal teatro alla moda, dalla fotografia alla pittura, con la realizzazione di spazi appositamente dedicati e attrezzati. La nascita di realtà associative di tipo culturale sarà passaggio necessario per potere assicurare la sua massima fruizione ed apertura.
Fidenza deve riavere un cinema, perché non può considerarsi tale la saletta minimale recentemente attrezzata all’ex macello. Su questo punto si deve riaprire il dialogo interrotto con la diocesi e con tutti coloro che sono interessati a far riavere alla città uno spazio di cultura e di svago ancora oggi indispensabile.
Tutto il territorio comunale dal centro alle frazioni ha un potenziale di attrattività turistica ancora da valorizzare. L’amministrazione comunale deve lavorare in sinergia con i territori vicini da Salsomaggiore a Busseto, fino al capoluogo di provincia ma anche con i grandi insediamenti commerciali, attuando una politica di marketing che invogli i visitatori a visitare le bellezze di Fidenza. Il rapporto con il Fidenza Village dovrà essere maggiormente orientato ad una adeguato interrelazione tra i milioni di clienti che raggiungono Fidenza per i propri acquisti e la loro scarsa propensione a conoscere il territorio. La dirigenza del Village deve impegnarsi concretamente ad agevolare i flussi verso il centro e le attività turistice e ristorative diffuse sul territorio rurale.
Le potenzialità della via Francigena, ancora purtroppo solo sulla carta al di là di qualche cerimonia, sono ancora in attesa di trovare una concreta attuazione.
Vi è bisogno di realizzare servizi per i turisti, in primo luogo il parcheggio per pullman per la visita al nostro magnifico Duomo ed agli altri monumenti del centro. Vogliamo rivalutare, anche per renderla più efficiente, la gestione diretta dell’ufficio turistico poichè troppo poco è stato fatto – e con risultati insoddisfacenti – per attrarre turisticamente sul patrimonio artistico culturale e paesaggistico del borgo e delle frazioni i grandi flussi di utenza extraregionali degli insediamenti commerciali a nord della città. Ci interessa il progetto di pacchetti turistici su tutto il territorio comunale da valutare insieme a imprenditori interessati valorizzando le peculiarità oltre che della città anche delle singole frazioni nelle quali vi sono luoghi di notevole interesse come, ad esempio, Castione Marchesi sito di indubbio valore storico dalle terramare al romanico.

Giovani, la ricchezza del futuro

I giovani oggi hanno bisogno di speranza e fiducia nel futuro. La prima politica a loro favore è amministrare con intelligenza, giustizia e parsimonia. Bisogna abbandonare ogni personalismo e sviluppare il confronto e il dialogo tra culture e pensieri differenti. In questo senso il tavolo delle politiche giovanili, che ha visto incontrarsi e confrontarsi i giovani delle scuole di Fidenza e quelli impegnati nelle varie realtà associative della città, deve essere sempre più un luogo di scambio.
L’impegno che vogliamo indirizzare ai giovani è finalizzato a fornire loro gli strumenti educativi e formativi necessari per avere un posto di lavoro dignitoso ed essere cittadini consapevoli. Non si tratta pertanto solo di lavorare sul sistema dell’istruzione e formazione ma anche su quello dell’impresa che deve essere aiutato per tornare a produrre occupazione. Vogliamo promuovere l’imprenditoria giovanile creando uno spazio per i giovani imprenditori e le start-up locali, oltre a prevedere un canale privilegiato con l’amministrazione e una politica di sgravi fiscali, servizi di consulenza e di assistenza gratuita, dove i giovani che vogliano investire sul proprio territorio possano trovare personale qualificato che sappia aiutarli nella ricerca dei finanziamenti, nella costruzione di un business plan e nella pianificazione delle varie attività. Il baricentro di questa azione dovrà essere un rinnovato Punto Giovane che deve tornare ad essere il contenitore e lo strumento principale delle politiche giovanili. Ne vogliamo peraltro ampliare il raggio d’azione a settori come il lavoro, la famiglia, l’educazione e la prevenzione delle tossicodipendenze, dell’alcolismo e delle malattie sessualmente trasmissibili.
Occorre poi stimolare l’insediamento di quei locali ludico-espressivi, oggi mancanti a Fidenza e organizzare eventi per i giovani  nel centro storico e in tutti quei contenitori oggi sottoutilizzati che potrebbero offrire la possibilità ai giovani di esprimere il loro talento e la loro arte. Ripristineremo lo Skate Park che tornerà ad essere un luogo di divertimento ed aggregazione gratuitamente disponibile per i ragazzi.
I giovani studenti universitari non hanno spazi dove poter studiare in tranquillità nelle ore di chiusura della biblioteca, pertanto valuteremo forme di autogestione per favorire un ampliamento degli orari di apertura e degli spazi a disposizione anche nei giorni festivi.