Gambarini (FI): “Latte in polvere per produrre formaggi? Un danno per i nostri produttori”

PARMA, 1 luglio – “E’ di qualche giorno fa la notizia che l’Unione Europea ha inviato una diffida all’Italia, chiedendo di eliminare il divieto di produrre formaggi utilizzando il latte in polvere. A quanto pare, l’Europa dei burocrati non ha il tempo di affrontare l’emergenza profughi, ma ha il tempo di andare a scartabellare fra le nostre leggi per cercarne qualcuna che non piace troppo. Forse perché dà fastidio alle lobby. L’Italia, con una legge del 1974, ha vietato l’utilizzo di latte in polvere per produrre formaggi con lo scopo di tutelare i nostri prodotti di eccellenza che non hanno uguali nel mondo. La possibilità di utilizzare latte in polvere spalancherebbe le porte all’immissione sul mercato di prodotti di bassa qualità e a basso costo che farebbero concorrenza sleale a quelli preparati a regola d’arte dai nostri produttori. Fra i primi ad essere danneggiati ci sarebbero ad esempio, i produttori parmensi di latte e di parmigiano reggiano. Il Governo, almeno in questa occasione, faccia sentire la sua voce e tuteli il Made in Italy”. Così Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza, commenta la diffida inviata dall’UE all’Italia sull’utilizzo di latte in polvere nella produzione di formaggio.

Coldiretti, Gambarini (FI): “Si intensifichi la lotta alla contraffazione alimentare”

“Condivido totalmente le preoccupazioni della Coldiretti che stamattina è scesa in piazza a Bologna per difendere le nostre produzioni di eccellenza. I dati diffusi sono molto preoccupanti: si registra una diminuzione del 20% del prezzo pagato ai produttori di Parmigiano Reggiano e una diffusione sempre maggiore di formaggi “similgrana”, che ingannano il consumatore. L’agroalimentare è la principale risorsa della nostra Regione ed è fondamentale tutelare le nostre produzioni, a partire dal Parmigiano. La lotta alla contraffazione, aumentando i controlli, e la tutela del Made in Italy devono essere delle priorità per tutti, senza distinzioni di colore politico. Inoltre, diminuire la tassazione sarebbe un altro grosso aiuto ai nostri agricoltori”. Così Francesca Gambarini, esponente parmense di Forza Italia ha commentato la manifestazione promossa dalla Coldiretti a tutela dei produttori di Parmigiano Reggiano.

La Regione sostenga l’agricoltura.

I piccoli imprenditori agricoli stanno, purtroppo, attraversando un periodo di forte crisi, sia per via della tassazione molto elevata, sia per via della piaga della contraffazione di prodotti come il prosciutto e il parmigiano. Oggi, insieme alla parlamentare di Forza Italia Deborah Bergamini ho incontrato la Coldiretti per discutere insieme di questi temi. La Regione deve sostenere gli agricoltori che vanno aiutati con contributi economici per sostenere il pagamento delle imposte. Inoltre, si deve investire sui giovani imprenditori agricoli e sulla loro formazione, facilitando l’accesso al credito. Le risorse vanno trovate smettendo di spendere in cose inutili e razionalizzando le partecipate ….più di 400 in Emilia Romagna!!! Gli agricoltori chiedono – e noi ci uniamo alla loro richiesta –  che la Regione si attivi presso il governo e l’Unione Europea per orientare le politiche agricole nazionali e comunitarie verso la tutela e valorizzazione del made in Italy di cui i nostri prodotti locali sono una parte importante. Spiace constatare che il bilancio per le politiche agricole comunitarie sta subendo dei taglia, serve invertire la rotta. Per la Coldiretti e per me, fondamentale sono la promozione e la tutela del made in Italy e la lotta alla contraffazione con leggi chiare e di immediata applicazione.

Francesca Gambarini

Candidata al Consiglio regionale per Forza Italia