Stupro a Parma, Gambarini (FI): più controlli nei centri sociali

“Stuprata dal branco in un centro sociale, a Parma. E’ la terribile notizia riporta oggi dalla stampa locale: una ragazza sarebbe stata violentata da 5 ragazzi negli spazi all’interno di un centro sociale nel 2010. Spero che il lavoro della magistratura, che, nonostante il tempo trascorso, non si è arresa riesca a fare chiarezza su quanto accaduto. Gli indagati, se colpevoli, devono essere puniti. Alla luce di questa notizia, penso sia necessario fare chiarezza di quanto accade all’interno di queste realtà, da sempre ostili alle forze dell’ordine, anche se dichiarano democratici, antirazzisti e antifascisti. In nome dell’ideologia, occupano illegalmente stabili e non permettono a chi la pensa diversamente da loro di manifestare il loro pensiero. E’ necessario che vengano aumentati i controlli: la legge deve essere davvero uguale per tutti. Se non hanno nulla da nascondere, aprano le porte dei loro spazi alle autorità competenti e alle forze dell’ordine. E magari invece di occupare illegalmente si cerchino una regolare sede dove svolgere le proprie attività. Nessuno avrà niente da ridire”. Così Francesca Gambarini, esponente parmense di Forza Italia, commenta la notizia di uno stupro di gruppo in un centro sociale diffusa dalla stampa locale