Si riconosca l’esenzione dal ticket ai malati di fibromialgia

La fibromialgia è una malattia complessa e debilitante caratterizzata da dolore muscolare cronico diffuso e astenia, associati a rigidità e a una vasta gamma di disturbi (cefalea, colite, sonno disturbato e altri) che possono compromettere la qualità della vita di chi ne è affetto. Per aiutare concretamente i tanti malati che vivono nel parmense e in Emilia Romagna, ho preparato una mozione che, se sarò eletta, presenterò subito in Consiglio regionale per far sì che la Regione, oltre a interessare la Conferenza Stato Regioni del problema, intervenga autonomamente. L’amministrazione regionale, infatti, oltre a promuovere una corretta campagna informativa, potrebbe attivare un Centro di riferimento regionale per il riconoscimento della fibromialgia e per la predisposizione delle procedure di esenzione per le prestazioni sanitarie erogate nel territorio regionale. Purtroppo, il sistema sanitario nazionale, al contrario di molti altri Paesi che la riconoscono come una precisa patologia con conseguente riconoscimento di esenzione, non prevede alcuna forma di riconoscimento per la fibromialgia e di conseguenza non è prevista l’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria. Diverse regioni come Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto, Toscana e le province autonome di Trento e Bolzano si stanno adoperando per il riconoscimento, l’individuazione e la cura di questa patologia. L’Emilia-Romagna finora è rimasta inerte, è ora che si dia una mossa.

Francesca Gambarini

Candidata al Consiglio regionale per Forza Italia