Gambarini e Brigati (Cambiamo!): “Vaccinare i volontari di Protezione Civile”

La Regione Emilia Romagna inserisca i volontari di Protezione civile tra le categorie che rientrano in questa fase di vaccinazione. Parliamo di persone che sono in prima linea nella lotta contro il coronavirus e che sono quindi ad alto rischio di essere contagiati e di contagiare a loro volta. Alcune Regioni hanno già iniziato a vaccinare i volontari Prociv: lo faccia al più presto anche l’Emilia Romagna. I volontari Prociv sono in prima linea dall’inizio dell’emergenza Covid e spesso e volentieri si ritrovano a collaborare con i presidi sanitari ed anche a lavorare sui mezzi di soccorso. Senza contare i tanti servizi effettuati a favore delle fasce più deboli della popolazione, come per esempio la consegna a domicilio della spesa. Dato il loro grande impegno a titolo gratuito hanno il diritto di essere protetti al meglio dal contagio. A nostro avviso i volontari di Protezione Civile hanno tutte le carte in regole per rientrare tra le categorie che vengono vaccinate in questa fase. Ci aspettiamo quindi che la Regione Emilia Romagna si attivi in tal senso.

“SI MOBILITINO I CLUB FORZA SILVIO PER LA NOSTRA COMUNITA’.” LA PRESIDENTE DEL CLUB FORZA SILVIO GIUSTIZIA E LIBERTA’, FRANCESCA GAMBARINI

La Presidente del Club Forza Silvio Giustizia e Libertà invita tutti gli aderenti ai Club di Parma e Provincia associati a realtà afferenti alla Protezione Civile a rispondere alle richieste di Comune e della stessa Protezione Civile presentandosi ai punti di ritrovo con abbigliamento adeguato: guanti e stivali.

I punti di ritrovo sono in via Farnese, pizzale Barbieri, viale Villetta in corrispondenza dei due ingressi del cimitero, piazza Lago Santo, via Torrente Bardea, via Langhirano – parcheggio scambiatore.

Questa richiesta rappresenta un fattivo contributo alle necessità della nostra comunità colpita da questa grave calamità. 


Incontro con la Protezione civile

Nei giorni scorsi ho incontrato insieme ad Alessio Quarantelli la Protezione civile. Le recenti alluvioni e gli eventi sismici ci hanno ricordato quanto fragile sia il nostro territorio e quanto sia opportuno diffondere nella cittadinanza una cultura della protezione civile, sensibilizzandola sui rischi dell’ambiente in cui vive. Occorre organizzare periodicamente incontri, eventi e simulazioni con il supporto fondamentale dei volontari per far conoscere i  comportamenti da tenere in caso di pericolo e il mondo del volontariato, già fortemente impegnato, quale tassello fondamentale della società.
Occorre, poi, ripristinare una consulta permanente delle Associazioni di Protezione Civile che possa fornire l’esperienza e il supporto costante all’azione dell’Amministrazione Comunale. Riteniamo preziosissimo il contributo
dei volontari che possono portare un punto di vista privilegiato che attraverso il confronto con l’istituzione può trasformarsi in politiche pubbliche efficaci ed efficienti. Fidenza deve assumere un ruolo centrale nel sistema territoriale di Protezione Civile, quale Comune Capofila di un ampio comprensorio interprovinciale e deve dotarsi di un moderno Comitato Operativo che diventisede permanente degli uffici di Protezione Civile e delle Associazioni divolontariato.