Tempio della cremazione, Gambarini (FI): “Gran parte dei fidentini contrari all’opera”

Tempio della cremazione, Gambarini (FI): “Gran parte dei fidentini contrari all’opera”
FIDENZA, 14 MAR. – “Ecco il regalo di fine mandato ai fidentini da parte del sindaco Massari: il tempio per la cremazione. E’ apparsa, infatti, all’albo pretorio del Comune la determinazione, a firma del dirigente unico, con la quale si dispone l’aggiudicazione definitiva dell’appalto. Nonostante i consiglieri del Pd – il partito di Massari – abbiano cercato di far credere alla città che il tempio della cremazione sia fondamentale e necessario, noi e la gran parte dei fidentini continuiamo ad essere scettici sulla faccenda”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza. “Quello che deve essere chiaro a tutti è che il tempio della cremazione (che nient’altro è che un forno crematorio) sorgerà a fianco del cimitero urbano, vale a dire a poche centinaia di metri da una scuola, dalla stazione e dal centro storico – prosegue – . Non ci pare una posizione adeguata, tant’è che a Parma il forno si trova a Valera, non alla Villetta. Ci chiediamo poi quante salme debbano essere cremate per rendere la gestione dell’impianto sostenibile e soprattutto vorremmo chiarimenti sull’impatto ambientale e sulle emissione che questa struttura produrrà. Gli elementi da chiarire secondo noi sono molti e da tempo chiediamo risposte, mai ricevute. Il tempio della cremazione non ci pare certo una priorità per la città che avrebbe tanti altri bisogna ma, come sempre, il libero arbitrio di uno decide per tutti i 27 mila fidentini. Questa modalità di amministrazione non ci appartiene e faremo di tutto per riuscire a cambiare le cose”.

Fidenza, Gambarini (FI): “Troppo silenzio sul tempio della cremazione. Il sindaco informi la città”

FIDENZA, 14 feb. – “E’ passato ormai oltre un anno da quando l’amministrazione comunale, senza interpellare nessuno, ha deciso di spendere 300 mila euro per acquistare un terreno a fianco del cimitero urbano per costruire un tempio della cremazione. La procedura è andata avanti nel totale silenzio e non una parola è stata spesa del sindaco per aggiornare i cittadini sull’evoluzione di questo progetto”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale. “Emblematico – prosegue Gambarini – è che per reperire documentazione sulla procedura d’appalto si debba visitare il sito del Comune di Salsomaggiore, in quanto sede della centrale unica di committenza che sta seguendo l’iter. Costava troppa fatica dedicare una sezione del sito del Comune di Fidenza alla procedura d’appalto del tempio della cremazione? A quanto pare il sindaco e il suo capo di gabinetto e addetto stampa personale ritengono più importante emanare comunicati in cui ci si autoelogia che comunicare ai cittadini notizie di pubblica utilità. D’altronde stiamo parlando di una decisione che non è andata giù a tanti fidentini e che aveva spaccato anche la stessa maggioranza di Massari. Ricordiamo bene tutti la forte contrarietà del presidente del Consiglio Amedeo Tosi, che voto contro questa operazione. Forza Italia e gli altri gruppi di opposizione si sono battuti fin dall’inizio contro questo progetto, di cui non vediamo l’utilità, data l’esistenza di un tempio della cremazione a Parma e in altre città vicine. Inoltre, verrebbe realizzato vicino ad una scuola e a poca distanza dal centro. Insomma, siamo di fronte alla solita decisione che danneggerà tanti e favorirà pochi”.

Fidenza, Gambarini (FI): “È davvero necessario un tempio della cremazione?”

L’inserimento del tempio per la cremazione nell’elenco delle opere pubbliche ha spaccato la maggioranza. Il presidente del Consiglio comunale Amedeo Tosi (Pd) ha votato contro. Un no netto: Tosi avrebbe potuto astenersi o uscire dall’aula ma invece ha votato contro. I dubbi di Tosi, di natura etica, sono più che comprensibili. Personalmente, vorrei soffermarmi anche sulla posizione scelta per il tempio della cremazione. Sappiamo che deve essere vicino al cimitero, ma sappiamo bene anche che il cimitero di Fidenza non è isolato ma si trova a due passi dal centro città. Oltretutto, attaccata al cimitero è stata costruita anche una scuola. Davvero si ritiene opportuno realizzare una struttura come un tempio per la cremazione in centro città e vicino a una scuola? Invito l’amministrazione comunale a riflettere molto bene su questa decisione. Davvero vogliamo un tempio per la cremazione a pochi metri dal centro città e da una scuola?
Francesca Gambarini

Capogruppo Forza Italia