Fidenza, Gambarini (FI): “Valorizzare il tiro a segno”

A Fidenza esiste da anni una sezione di Tiro a segno nazionale ma l’Unione Terre Verdiane ieri e il Comune di Fidenza oggi preferiscono far riferimento al Tiro a segno di Parma per l’addestramento, l’aggiornamento e la formazione degli agenti della Polizia municipale. Il Tiro a segno di Fidenza ha tutte le caratteristiche per ospiterà questa attività e davvero non si capisce perchè si continua a scegliere di penalizzare Fidenza e di valorizzare Parma. Affidando l’attività di addestramento e formazione degli agenti, si sarebbe inoltre contribuito a dare slancio ad una sezione sportiva della nostra città. Già avevamo segnalato la questione nel 2014, dopo essere venuti a conoscenza del fatto che l’Unione Terre Verdiane si era appoggiata al Tiro a segno di Parma. Da qualche mese l’Unione Terre Verdiane si è ridotta ai Comuni di Fidenza e Salso e la gestione della Polizia municipale è tornata in capo al Comune. Speravamo – e lo abbiamo sollecitato con un’interrogazione di cui attendiamo la risposta – che dopo la riorganizzazione del servizio la formazione e l’addestramento si potessero svolgere a Fidenza. E, magari, si sarebbe potuto invitare il Comune di Salsomaggiore a fare la stessa. Invece no, si preferisce Parma. I motivi non si conoscono ma quel che è certo che una realtà di Fidenza viene danneggiata dalla scelta di questa amministrazione.

Francesca Gambarini, capogruppo Forza Italia