Viabilità e segnaletica stradale a Villachiara

Ho presentato due interrogazioni su problemi che mi sono stati segnalati dai residenti nella zona di Villachiara. Ecco i testi.

Interrogazione a risposta scritta

Oggetto: segnaletica verticale/orizzontale

PREMESSO CHE

In località Villachiara San Faustino, dopo la costruzione della tangenziale nord, si trova il tratto dell’ex strada provinciale 588, oggi comunale, posto tra lo svincolo della tangenziale e la ferrovia.

– Viaggiando in direzione Castione Marchesi-Busseto-Cremona, si esce dal sottopasso e ci si ritrova di fronte a un lungo rettilineo

– Tale rettilineo apparente confluisce però nello svincolo della tangenziale, che godedel diritto di precedenza, mentre per chi deve dare precedenza la segnaletica orizzontale è assolutamente inesistente e quella verticale poco visibile.

CONSIDERATO CHE

– L’autoveicolo che esce da Villachiara non si rende conto di dover dare la precedenza, per cui accelerando è alta la possibilità di collisione tra più veicoli.

RITENUTO CHE

– La segnaletica verticale ed orizzontale nell’incrocio in questione è poco chiara e molto fumosa

INTERROGA IL SINDACO E LA GIUNTA PER SAPERE

– Se sono a conoscenza della situazione di pericolo segnalata

– Se si ritiene di dover sistemare la segnaletica orizzontale e verticale in quell’incrocio


Interrogazione a risposta scritta

Oggetto: situazione sottopassi

PREMESSO CHE

– Alcuni anni fa è stata realizzata la Tangeziale Nord. Questa è andata ad interrompere il tratto finale della S.P. 588 Fidenza-Cremona, proprio all’altezza del passaggio a livello automatico, da tempo dismesso, posto tra le località denominate Pinguino e Villa Chiara, entrambe facenti parte del territorio più vasto conosciuto come San Faustino.

CONSIDERATO CHE

– La realizzazione di detta tangenziale ha creato una specie di “bunker” tra questa e la ferrovia Milano-Bologna. Per accedere alla zona in questione bisogna percorrere il sottopasso della ferrovia sulla dismessa strada per Bastelli oppure quello di recente realizzazione, il cui accesso è regolato da impianto semaforico per un senso unico alternato.

– Entrambi i sottopassi sono di dimensioni ridotte e non permettono il passaggio di alcuni mezzi di emergenza, come l’autobotte dei Vigili del Fuoco oppure molte ambulanze di ultima generazione con i segnali di emergenza più sporgenti rispetto a quelle più datate.

– Non potendo utilizzare questi sottopassi, l’autobotte dei Vigili del Fuoco, in caso di intervento di emergenza, dovrebbe fare un giro molto lungo per arrivare in questa zona.

SI INTERROGA IL SINDACO E LA GIUNTA PER SAPERE

– se si intende ancora lasciare le cose come stanno o se si intende intervenire ed in quali termini per rimediare a questa situazione di disagio per i residenti in quella zona.