Fidenza ha bisogno di una vera casa della salute

“Fidenza ha bisogno di una vera casa della salute”. Lo hanno ribadito il candidato sindaco civico del centrodestra Andrea Scarabelli insieme alla capogruppo di Forza Italia Francesca Gambarini e ad alcuni esponenti di Forza Italia e della lista civica Scarabelli Sindaco. “In questi 5 anni di Consiglio comunale ci siamo battuti per fare in modo che Fidenza finalmente avesse una vera Casa della salute. La Casa della Salute deve essere un punto di riferimento per i cittadini che in questa struttura devono trovare un punto di accesso ai servizi sociali e sanitari – ha spiegato la Gambarini a nome di Forza Italia – . Per 5 anni ci è stato detto che a Fidenza non serviva la Casa della Salute. La verità è che Massari aveva deciso di aspettare le elezioni. Così in fretta e furia ha affittato un edificio privato per trasferirci pochissimi medici di base e il punto prelievi. La fretta, però, è una cattiva consigliera e Massari non si è accorto di aver affittato a decine di migliaia di euro all’anno una struttura che si trova a ridosso di una curva e con pochissimi posti auto a disposizione. Ecco, ancora una volta si rischia di creare un disagio all’utenza. Questa non è una Casa della Salute: si è voluto di nuovo prendere in giro la città facendo trasferire pochissimi medici e spostando il Cup e il punto prelievi. Fidenza ha invece bisogno di una struttura che, senza dover uscire dal centro urbano, dia ai fidentini la possibilità di essere curati, alleggerendo e migliorando contemporaneamente il lavoro dell’ospedale di Vaio”. “Noi pensiamo ad una vera Casa della Salute – ha aggiunto Scarabelli – . Pensiamo ad un struttura dove si integrino sociale e sanitario e dove sia possibile sottoporsi anche a visite specialistiche e accedere ai servizi sociali. E, perchè no, a una struttura dove ricavare uno spazio per la creazioni di alcuni posti di casa protetta e riportare a Fidenza gli anziani ricoverati fuori Comune. La Casa della Salute inoltre deve sorgere in una struttura pubblica e facilmente accessibile”. 

Casa dalla Salute, Gambarini (FI): “Da Massari una struttura vuota. L’ennesima presa in giro a questa città”

Casa dalla Salute, Gambarini (FI): “Da Massari una struttura vuota. L’ennesima presa in giro a questa città”
FIDENZA, 19 mar. – “La fretta, si sa, spesso è una cattiva consigliera. Nel caso della Casa della Salute di Fidenza è proprio così che è successo. Per la fretta di avere un ulteriore nastro da tagliare il sindaco Massari in cerca di riconferma ha fatto tutto di corsa, nonostante abbia avuto 5 anni di tempo e nonostante ci fosse un progetto già pronto per realizzare una vera Casa della Salute a Fidenza”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza. “Per farla breve – prosegue la Gambarini – , Massari ha deciso di pagare un alto canone di affitto ad un privato per avere qualche stanza dove far trasferire alcuni medici e spostare il cup. Non è certo questo quello che noi e la Regione intendiamo come Casa della Salute, un luogo che dovrebbe avere al suo interno ambulatori specialistici e servizi socio sanitari. La Casa della Salute di Massari non è nient’altro che costoso fumo negli occhi ai cittadini. Questa è l’ennesima presa in giro di questo sindaco al Consiglio comunale e alla città: un bel pacchetto ma se scartato si scopre che la scatola è vuota Sarebbe poi curioso sapere con quale criterio Massari ha scelto la struttura da chiamare Casa della Salute. A noi sembra che come al solito le scelte siano state guidate dal libero arbitrio di qualcuno. Ci auguriamo che presto questo modo di fare possa cambiare: con Andrea Scarabelli e i nostri alleati stiamo già lavorando ad un progetto per dare a Fidenza una vera Casa della Salute nel centro urbano”.

Gambarini (FI): “In campagna elettorale Massari non bada a spese”

Gambarini (FI): “In campagna elettorale Massari non bada a spese”
FIDENZA, 23 feb. – “Incredibile ma vero! Nel 2017 e negli anni precedenti il sindaco Massari respinse qualsiasi nostra proposta di realizzare la Casa della Salute. Ogni scusa era buona per tergiversare. A distanza di due anni, il nostro Massari cosa fa? Affitta un edificio in via Mazzini per la Casa della Salute. L’avvicinarsi della campagna elettorale gli avrà fatto cambiare idea e si sarà reso conto che un servizio come la Casa della Salute in una città come Fidenza è utile. Ci chiediamo tra l’altro come si sia arrivati a scegliere proprio quell’edificio. È stata seguita una procedura o é stata una scelta dettata dal libero arbitrio di qualcuno? Quel che è peggio però è che Massari a fine 2018 ha affittato l’ex Inps di via Malpeli per due anni, pagando 90 mila euro annui per spostare lì gli uffici mentre palazzo Porcellini è interessato da lavori. Questo ci pare davvero un spreco senza alcuna giustificazione perchè si sarebbero potuti individuare altri spazi spendendo meno. Ma si sa quando si avvicinano le elezioni non si bada a spese…” Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale.

Fidenza, Gambarini (FI): “Perchè il sindaco non considera la Casa della Salute una priorità?”

FIDENZA, 28 nov. – “Da anni chiediamo che venga realizzata la Casa della Salute a Fidenza. Abbiamo proposto spazi dove farla, abbiamo fatto presente quali servizi a nostro avviso e ad avviso dei cittadini si sarebbero dovuti inserire ma non abbiamo mai avuto risposta positiva. Sempre risposte vaghe, date perchè obbligato dai regolamenti consiliari. Senza alcun interesse per la realizzazione di questo servizio”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza. “Ancora fino a poche settimane fa – evidenzia Gambarini – ci veniva detto che la Casa della Salute non era indispensabile e che c’era già perchè alcuni medici già lavoravano insieme. Poco importa se non ci sarebbe stato spazio per nessun altro servizio. E’ una battaglia che abbiamo portato avanti per anni e ci farebbe piacere sapere che il sindaco si è convinto che avevamo ragione noi, che una casa della salute serviva. Anche se con tempi sospetti: un’opera trascinata stancamente nel bilancio per anni senza che mai sia stata considerata una priorità, diventerebbe importante proprio a pochi mesi della campagna elettorale. Per l’ultima volta chiediamo perciò al sindaco perchè non ha mai considerato una priorità per Fidenza la Casa della Salute? Se la sua campagna elettorale, sull’onda della grancassa della vendita delle reti gas, iniziasse dallo strumentalizzare la salute delle persone sarebbe davvero molto ma molto triste. Ma in pure stile Massari. L’importante però è che Fidenza abbia una vera Casa della Salute e speriamo davvero che il sindaco possa convincersi della necessità di questo servizio”.

Fidenza, Gambarini (FI): “Fidenza ancora non ha una Casa della Salute. L’amministrazione ci dica perchè”.

Fidenza, Gambarini (FI): “Fidenza ancora non ha una Casa della Salute. L’amministrazione ci dica perchè”.

FIDENZA, 2 lug. – “Pochi giorni fa abbiamo discusso delle lunghe attese al Pronto soccorso, dove il personale medico e infermieristico è oberato di lavoro. Realizzare finalmente la Casa della Salute, dove ci si potrebbe rivolgere per i malesseri meno gravi, darebbe un grosso contributo al miglioramento della situazione del Pronto soccorso. La Casa della Salute è un tema di cui al sindaco Massari non piace parlare perchè, è inutile girarci intorno, parrebbe proprio che non la voglia a Fidenza. Più e più volte, su sollecitazione dei cittadini che attendono che anche Fidenza abbia questo servizio, abbiamo chiesto chiarimenti sui tempi di realizzazione della Casa della Salute: abbiamo sempre avuto risposte vaghe. Ci è poi stato detto, ormai oltre un anno fa, che ci sarebbe appoggiati sul gruppo di medici di medicina generale già attivi nella piazzetta del Teatro. Una scelta sbagliata, per la scarsità di spazi e parcheggi, ma che comunque a quanto sappiamo non è stata, per ora, portata avanti. Mai prese in considerazione ovviamente le nostre proposte e cestinato il progetto elaborato dalla precedente amministrazione. Intanto, il tempo passa e Fidenza non ha una Casa della Salute e i fidentini non hanno un punto di riferimento in centro per visiti e piccoli esami. Il sindaco finora ha minimizzato dicendo che a Fidenza c’è già l’ospedale e che presto sarà concluso l’ampliamento. Ma, caro sindaco, ospedale e Casa della Salute non sono la stessa cosa. I fidentini lo sanno e sanno anche a chi devono bussare per chiedere perchè a Fidenza non c’è una Casa della Salute dove trovare tutti i servizi sanitari e di assistenza, senza dover andare a Vaio”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza (Pr).

INTERROGAZIONE: casa della salute/area ex ospedale via Borghesi

Al Sindaco
All’Assessore competente

Interrogazione a risposta scritta
Oggetto: casa della salute/area ex ospedale via Borghesi

PREMESSO CHE
– In Provincia di Parma è stata programmata la realizzazione di 26 Case della salute entro il 2015. Nel distretto sociosanitario di Fidenza sono già attive le Case della salute di Polesine, Busseto e San Secondo;
– Nel 2013 era stato individuato il Collegio dell’Angelo (nell’area dell’ex ospedale di via Borghesi) come sede della Casa della salute fidentina. Il progetto era stato presentato in conferenza stampa, spiegando tempi, costi e servizi che la struttura avrebbe dovuto ospitare. Si era parlato di iniziare i lavori nel 2014 e di inaugurare la struttura entro il 2016.
– Nel febbraio 2014 arriva in Consiglio comunale la proposta di deliberazione avente ad oggetto “PRG. Scheda di progetto n. 1.8 “Area ex Ospedale di Via Borghesi”. Revisione. Piano particolareggiato di iniziativa privata. Controdeduzioni. Approvazione”
– La proposta di deliberazione viene rinviata, su proposta dell’allora capogruppo del Partito democratico, che aveva sollevato dubbi sul procedimento seguito.
– In un’intervista rilasciata alla “Gazzetta di Parma” nei mesi estivi del 2014 l’assessore ai servizi sociali Frangipane aveva dichiarato che “l’iter per la realizzazione della Casa della salute è sospeso”
– Nel corso del Consiglio comunale del 14 dicembre scorso, alla presenza dei vertici dell’Ausl di Parma, è stato detto, tra le righe, che la Casa della salute non sorgerà più nell’area dell’ex ospedale di via Borghesi

CONSIDERATO CHE
– L’area dell’ex ospedale di via Borghesi, dove sarebbe dovuto sorgere la Casa della salute insieme ad altre costruzioni, è sempre più degradata e non è dato a sapere quando e come verrà riqualificata.
– Fidenza ha bisogno di una Casa della salute che raggruppi al suo interno servizi di primaria importanza, come il Cup, il centro prelievi, i medici di medicina generale e ambulatori specialistici
– Notizie mai confermate ufficialmente riferiscono della volontà di Comune e Ausl di realizzare la Casa della salute nella piazzetta del Teatro, dove già si sono riuniti alcuni medici di medicina generale.

SI INTERROGA IL SINDACO E LA GIUNTA PER SAPERE

– Se questa amministrazione comunale intende realizzare la Casa della salute e, se sì, in che tempi, dove e con che costi.

– Perché si è deciso di non realizzare più la Casa della salute nell’area dell’ex Ospedale di via Borghesi, nonostante ci fosse già un progetto.
– Se esiste un progetto per la riqualificazione dell’area dell’ex Ospedale di via Borghesi e, se sì, cosa prevede e in che tempi.

Fidenza, 29 agosto 2016
Gruppo consiliare Forza Italia

Fidenza, Gambarini (FI): “Che fine farà l’area dell’ex ospedale?”

Che ne sarà dell’area dell’ex ospedale di via Borghesi? Esisteva un progetto che avrebbe riqualificato l’intera zona con la realizzazione della Casa della salute proprio negli spazi occupati per anni dal nosocomio cittadino. Ma è arrivato Massari e questo progetto, forse perchè non frutto della farina del sacco del Pd, è stato cancellato con un colpo di spugna. Più volte abbiamo chiesto sia in Consiglio comunale, sia attraverso la stampa locale che intenzioni avesse l’amministrazione sia sulla Casa della Salute, sia sull’area dell’ex ospedale di via Borghesi, ma mai ci è stato risposto in maniera chiara. Massari, poi, nella sua autocelebrazione ferragostana non ha fatto cenno nè alla Casa della salute, nè all’area dell’ex ospedale. Il che fa pensare che per molto tempo ancora Fidenza non avrà una Casa della salute e che l’area di via Borghesi rimarrà nelle condizioni in cui si trova ora ancora per tanto tempo. Il silenzio del sindaco su questi temi è molto grave: vuol dire, probabilmente, che non sa come procedere. Fidenza ha bisogno di una Casa della salute che raduni più servizi possibili (dal Cup, al centro prelievi, ai medici di medicina generali e pediatri e alcuni ambulatori specialistici). Cosa che non può avvenire nella piazzetta del Teatro dove si vocifera nascerà una piccola Casa della salute. Allo stesso modo Fidenza non può avere una ferita aperta quale è l’attuale area di via Borghesi. Quella zona di Fidenza merita di avere una sua dignità.

Francesca Gambarini, capogruppo Forza Italia

Dov’è finito il progetto della Casa della salute?

Da anni sentiamo dire che a Fidenza deve nascere una Casa della salute. Mi chiedo se l’amministrazione comunale ne sia a conoscenza oppure no. Sono passati ormai 6 mesi dall’insediamento del sindaco Andrea Massari e la Casa della salute sembra essere caduta nel dimenticatoio. Ci sono problemi o non si ritiene questo un intervento prioritario? L’amministrazione dovrebbe spiegarlo ai cittadini e anche ai professionisti che dovrebbero lavorare nella struttura. Si era finalmente riusciti ad individuare la sede e il progetto era stato presentato in conferenza stampa, spiegando tempi, costi e servizi che la struttura avrebbe dovuto ospitare. Si era parlato di iniziare i lavori nel 2014 e di inaugurare la struttura entro il 2016. Fra un anno. Quando però la delibera arriva in Consiglio comunale lo scorso febbraio, viene rinviata. A proporre il rinvio era stata l’allora capogruppo del Partito democratico, che aveva sollevato dubbi sul procedimento seguito. Da quel momento, tutto è caduto nel dimenticatoio e nessuno sa il motivo. Nel frattempo, l’area dell’ex ospedale di via Borghesi, dove dovrebbe sorgere la  Casa della salute insieme ad altre costruzioni, è sempre più degradata. Invito, quindi, l’assessore ai Servizi sociali – che in un’intervista dei mesi scorsi ha dichiarato che “l’iter è sospeso” – e il sindaco a dirci se vogliono dotare Fidenza di una Casa della salute oppure no. Spero che Massari, impegnato a spartire poltrone in Asp e in Terre Verdiane, trovi il tempo di dare spiegazioni – su questo e su tanti altri temi – ai cittadini.

Francesca Gambarini

Capogruppo Forza Italia Fidenza