Dimissioni Bonatti, Gambarini (FI) replica al sindaco Massari: “Come sempre, il sindaco non perde occasione di sbeffeggiare gli altri”.

Dimissioni Bonatti, Gambarini (FI) replica al sindaco Massari: “Come sempre, il sindaco non perde occasione di sbeffeggiare gli altri”.

FIDENZA, 13 mar. – “Il sindaco non si smentisce e anche stavolta ha colto l’occasione per dileggiare e sbeffeggiare qualcun altro, in questo caso l’ex assessore Bonatti. Fabio Bonatti si è dimesso nel cuore della notte facendo chiaramente riferimento a “episodi” e parlando di “disagio”. Massari e i suoi, invece, di dare spiegazioni alla città colgono l’occasione per umiliare l’ex assessore, prendendolo in giro e facendo gli offesi con lui. Si fanno forti del fatto che Fabio Bonatti, persona educata che (al di là di scelte politiche a volte non coincidenti alle nostre) ha sempre rispettato tutti, sceglierà di rimanere in silenzio, senza entrare nel merito degli “episodi” da lui citati. Ora entrerà in giunta il consigliere Amigoni, che fino ad ora si è distinto per la sua inclinazione ad accendere le polemiche, sia in Consiglio comunale, sia sui social network. Siamo certi, quindi, che ben si adeguerà allo stile del sindaco. Intanto, ci chiediamo i motivi di questa scelta. Verrebbe da pensare quasi ad una soluzione adottata per calmare un consigliere incerto… Resta la preoccupazione per quanto accade a Fidenza: prima Alessia Gruzza parla di “minacce e pressioni politiche”, ora Fabio Bonatti parla di “episodi”. Cosa accade a Fidenza?”. Così Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza, replica al sindaco Andrea Massari riguardo le dimissioni dell’ex assessore Bonatti.

Fidenza, l’assessore Bonatti si dimette. Gambarini (FI): “Massari sempre più solo”

FIDENZA, 12 mar. – “L’assessore Fabio Bonatti si è dimesso. È il terzo assessore che lascia Massari. Il sindaco, a un anno dalle elezioni, è sempre più solo. È un dato politico importante perché vuol dire che il modo di gestire la cosa pubblica del sindaco non è più condiviso da nessuno. Ora dovrà probabilmente dare un contentino a qualche consigliere comunale incerto che premeva per ottenere quanto gli è stato promesso. Quello che preoccupa però è leggere che l’ex assessore Bonatti fa riferimento ad episodi che l’avrebbero portato alla decisione di dimettersi. La mente non può che tornare alle dimissioni di Alessia Gruzza, che aveva parlato di “pressioni politiche e minacce”. Cosa è successo? Il sindaco deve dare spiegazioni e sgombrare il tavolo da ogni dubbio. La città vuole sapere cosa sta succedendo”. Così Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza (Pr) commenta le dimissioni di Fabio Bonatti dall’incarico di assessore.

Interrogazione: rotazione del personale del Comune di Fidenza

Al Sindaco
All’Assessore competente

Interrogazione a risposta scritta

Oggetto: piano anticorruzione e rotazione

PREMESSO CHE
– Il 22 gennaio 2016 la giunta comunale ha approvato il piano triennale di prevenzione della corruzione;
– Fra le iniziative previste dal piano c’è anche la rotazione del personale;

CONSIDERATO CHE
– Nel paragrafo dedicato alla rotazione del personale (pagina 22) si legge: “L’ente si impegna a 1)adeguare, ove necessario, il proprio Statuto e il regolamento di organizzazione degli Uffici e dei Servizi, al fine di assicurare la prevenzione della corruzione, anche sul tema della rotazione degli incarichi; 2)inserire i principi qui illustrati all’interno del decreto di nomina al primo rinnovo degli incarichi dirigenziali/PO; 3) a valutare la scelta del numero dei settori attualmente previsti; 4) attuare, ove possibile, la rotazione attraverso la mobilità anche temporanea con altri Enti limitrofi tra professionalità equivalenti presenti nelle diverse amministrazioni.
– Nella stessa relazione è scritto che “nel caso di impossibilità di applicare la misura della rotazione per il personale dirigenziale a causa di motivati fattori organizzativi, l’amministrazione pubblica applica la misura al personale non dirigenziale, con riguardo innanzi tutto ai responsabili del procedimento”;

SI INTERROGA IL SINDACO E LA GIUNTA PER SAPERE

– se è intenzione dell’amministrazione modificare il piano anticorruzione, inserendo che anche i dirigenti dovranno ruotare e che, se in numero ridotto, si individueranno forme ed istituti per coinvolgere dirigenti con adeguata professionalità e competenza;
– se si ritiene che finora la rotazione del personale con funzioni di responsabilità sia stata effettuata nel modo corretto;
– quando e come verranno messe in pratica le enunciazioni scritte nel piano anticorruzione del Comune;
– da quanti anni i dirigenti e le posizioni organizzative attualmente in servizio ricoprono il ruolo;
– perchè non sembra esserci la volontà di ruotare i dirigenti;
– dopo quanti anni il personale dirigente non potrà più ricoprire la stessa funzione;
– perchè questi principi entreranno in vigore dal prossimo rinnovo degli incarichi e non da subito

Fidenza, 20 febbraio 2016

Gruppo consiliare Forza Italia