Fidenza, Gambarini (FI): “Bene il provvedimento del questore. Da tempo segnalavamo la situazione di via Cavour”

Fidenza, Gambarini (FI): “Bene il provvedimento del questore. Da tempo segnalavamo la situazione di via Cavour” 

FIDENZA, 7 feb – “Ringraziamo il questore per il provvedimento che decreta la chiusura per 15 giorni del kebab di via Cavour. Ci auguriamo che in questo lasso di tempo si riesca a risolvere definitivamente il problema. L’episodio avvenuto domenica sera è stato davvero grave e non ha avuto conseguenze peggiori soltanto per il pronto intervento dei carabinieri”. Dopo il provvedimento del Questore, Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale, torna ad intervenire sulla situazione di via Cavour. “La situazione di pericolo ed insicurezza in quella parte di via Cavour era nota da almeno un paio d’anni e in questo lasso di tempo le nostre segnalazioni e, soprattutto quelle dei residenti, non state praticamente mai prese sul serio – prosegue la Gambarini – . A testimoniarlo un post su Facebook del sindaco Massari del 5 luglio 2017 in cui, facendo riferimento ad una mia segnalazione su via Cavour in Consiglio comunale, ha scritto testuali parole “Non risultano risse come dice/scrive qualche fenomeno”. Detto questo e fermo restando che il sindaco si sarebbe potuto attivare prima, fa piacere che Massari abbia cambiato idea ed abbia iniziato a seguire quanto da noi proposto in questi anni in materia di sicurezza. D’altronde le elezioni sono imminenti… La sicurezza è sempre stata una nostra priorità e i temi su cui oggi Massari interviene sono stati più volte oggetto di nostre interrogazioni. Come dice lui stesso, i social network tengono memoria delle nostre attività: bene, si vada a rivedere quante volte abbiamo sollevato questi temi, senza che lui muovesse un dito. In questi giorni abbiamo, poi, avuto la buona notizia dei fondi in arrivo da Roma per la videosorveglianza e ci auguriamo che le nuove telecamere entrino presto in funzione. Le telecamere da sole, come noto, non bastano: ribadiamo perciò la necessità di riorganizzare la Polizia municipale, innanzitutto con il reperimento di risorse per finanziare un turno notturno. In secondo luogo, riteniamo fondamentale che gli agenti passino meno ore in ufficio ed appostati con i velox e più a svolgere le funzioni di controllo del territorio. Infine, crediamo, si debbano sperimentare sia il controllo di vicinato, sia il ripristino del vigile di quartiere. Idee, queste ultime, che l’amministrazione Pd ha sempre bocciato a prescindere ma che riteniamo meritano almeno di essere provate”.

Terre Verdiane, Gambarini (FI): “Approfondire i tanti episodi segnalati e legati alla vicecomandante”

Apprendo dalla stampa del rinvio a giudizio dell’ex vicecomandante della Polizia municipale delle Terre Verdiane, Isabella Pontremoli, con l’accusa di truffa. Secondo quanto contestato dalla Procura, non avrebbe timbrato correttamente il cartellino, risultando in servizio anche quando sarebbe stata assente. Si tratta di fatti (se confermati) molto gravi, soprattutto alla luce dell’importantissimo ruolo che la persona indagata ricopriva, quello di vicecomandante della Polizia municipale delle Terre Verdiane. Fermo restando che si è innocenti fino al terzo grado di giudizio, vorrei ricordare come in questi anni io abbia più volte portato all’attenzione del Presidente dell’Unione Terre Verdiane e del Comandante del corpo di Polizia municipale attraverso interrogazioni e lettere protocollate diverse situazioni meritevoli di approfondimento legate alla vicecomandante, che ora veniamo a sapere rinviata a giudizio per altre vicende. Rispondendo alla mie interrogazioni, il presidente delle Terre Verdiane Massari ha sempre difeso a spada tratta la vicecomandante. Il tutto quando, stando a quanto riportato dalla stampa locale, era probabilmente già in corso l’indagine che ha portato al rinvio a giudizio della vicecomandante. Alla luce di quanto leggiamo oggi forse le mie segnalazioni (nate dall’ascolto e dal dialogo con i cittadini, di cui mi sono fatta portavoce) non erano così campate per aria. Mi auguro che tutte le situazioni da me segnalate vengano oggi approfondite. Detto questo, sarà il processo a chiarire le cose e a quantificare l’eventuale danno da risarcire all’Unione Terre Verdiane.

Francesca Gambarini
Capogruppo Forza Italia

 

Fidenza, Gambarini (FI): “Servono più agenti di polizia municipale”

Fidenza è una cittadina di più di 26 mila abitanti. Dovrebbe avere un numero di agenti della Polizia municipale adeguato alle sue dimensioni. Invece, ce ne sono in giro soltanto una decina. Palesemente sotto organico, probabilmente anche per via dello stato di agitazione dichiarato dai sindacati alcune settimane fa. E’ necessario rimediare subito a questa situazione perchè Fidenza è sempre più insicura. Lo dimostrano i recenti blitz portati a termini dalle forze dell’ordine (a cui di nuovo vanno i miei più sentiti ringraziamenti), di cui il sindaco si fa vanto, come se avesse partecipato lui in prima persona. Io mi chiedo, invece, anche alla luce dei recenti fatti, come possano gli agenti della municipale con un organico così ridotto all’osso lavorare al meglio ed affrontare tutte le situazioni in cui sono chiamati ad intervenire. C’è bisogno di più agenti in giro per le strade, non mi stancherò mai di ripeterlo. Quali sono le intenzioni dell’amministrazione per il 2017? Dal 1° gennaio, inoltre, l’Unione Terre Verdiane non ci sarà più. Che fine faranno gli agenti? Quanti di questi verranno assegnati al nostro Comune? I fidentini non sono tranquilli e non lo è nemmeno chi deve lavorare ogni giorno in questo condizioni. Che gli agenti siano in difficoltà lo dimostra il fatto che sia stato dichiarato lo stato di agitazione: non sanno più come fare per farsi ascoltare da chi dovere e sono stati costretti a entrare in agitazione. Mancano poche settimane al 2017. Servono certezze.

Francesca Gambarini
Capogruppo Forza Italia