Fidenza, Gambarini (FI): “Più sicurezza e più pulizia in centro: ecco alcune proposte”

FIDENZA, 22 gen. – “Il centro storico di Fidenza, con le sue piazze, le sue strade e i suoi vicoli più nascosti, racconta la storia della nostra città. Dovrebbe essere valorizzato e curato nella sua interezza invece alcune zone sono abbandonate a se stesse. Mi riferisco soprattutto a due problematiche: la sicurezza e il decoro urbano”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza. “Si tratta di temi ben noti a chi in queste zone ci vive – prosegue Gambarini – . Della sicurezza in centro abbiamo parlato tante volte ma, purtroppo, nonostante qualche parola al vento del sindaco, la situazione non è cambiata e continuiamo a ricevere le lamentele dei cittadini. Rimaniamo convinti che sia necessario una maggiore presenza della Polizia municipale non solo nella vie principali, ma anche nei vicoli in modo da assicurare una copertura totale del territorio. A tal proposito ritengo necessario reperire risorse da destinare al turno notturno della polizia municipale e ripristinare la figura del vigile di quartiere in modo che ogni quartiere di Fidenza abbia persone di riferimento. Questo insieme ad un miglioramento dell’illuminazione e della videosorveglianza come deterrente agli atti vandalici. Anche sul decoro urbano abbiamo insistito più volte, dato che pare che sindaco e assessori mai si siano accorti che Fidenza necessita di essere più pulita. Oltre al ben noto problema dei parchi da risolvere al più presto, pensiamo sia necessario evitare lo spettacolo di bottiglie vuote e altri rifiuti lasciati qua e là agli angoli delle strade. Riteniamo quindi sia prioritario migliorare il servizio di pulizia delle strade, anche attraverso piccoli accorgimenti. Come, ad esempio, aumentare il numero di cestini per la spazzatura lungo le strade e prevedendo sanzioni più severe per chi sporca e bivacca”.

Ordine del giorno: Misure a sostegno del commercio fidentino

Al Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco

Ordine del giorno

Oggetto: Misure a sostegno del commercio fidentino

Premesso che
– Dai dati relativi alle attività commerciali del territorio comunale di Fidenza, pubblicati sulla Gazzetta di Parma, emerge che nel corso del 2014 il numero delle attività aperte è calato di undici unità;
– Da un altro articolo emerge che, in centro storico, ci sono una trentina di negozi sfitti;
– I negozi del centro storico di Fidenza devono combattere la concorrenza del Fidenza Village e del Fidenza Shopping Park;

Considerato anche che
– Dai dati forniti dall’amministrazione comunale emerge una situazione di difficoltà del commercio cittadino, a cui bisogna porre rimedio prima che sia troppo tardi;
– Le misure messe in campo dall’amministrazione comunale, a quanto pare, non sono sufficienti per far fronte alla crisi;
– L’amministrazione comunale ha promesso di portare in centro storico i visitatori del Fidenza Village;

Ritenuto che
– E’ necessario fare in modo che il centro di Fidenza sia più frequentato, rendendolo più attrattivo e più facilmente accessibile;

IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA A

– Spostare in centro storico il mercato del mercoledì o del sabato ;
– Aumentare il numero dei posti auto non a pagamento
– Creare un maggior numero di eventi, coinvolgendo le associazioni cittadine
– Migliorare l’accessibilità al centro storico, rendendo la viabilità e la segnaletica più chiare;
– Curare maggiormente il decoro urbano, l’illuminazione, l’arredo urbano, la pulizia e la sicurezza.

Fidenza, 28 agosto 2015

Gruppo consiliare Forza Italia

Nessun rilancio, nessuna proposta per valorizzare il centro storico durante la fiera di San Donnino

19 stand espositivi in meno degli anni in cui l’Ottobre fidentino era un’eccellenza del territorio;  espositori di automobili che addirittura se ne vanno e disertano la domenica clou dell’evento; furti notturni nella bancarelle della piazza!  Ecco, questo il triste risultato dell’incapacità organizzativa di un’Amministrazione che è riuscita nel difficile intento di annullare la Gran Fiera di Borgo san Donnino relegandola a una fiera patronale qualsiasi priva della benché minima attrattiva. Nessun rilancio , nessuna azione e nessuna  proposta atta a valorizzare il centro storico; al contrario scarsa affluenza di pubblico, indotto inesistente con evidenti ripercussioni anche sull’economia e sul commercio locale

Questo  il risultato di cui può vantarsi l’ assessore al Commercio che a ferragosto annunciava con eccessivo ottimismo che la programmazione dell’ottobre fidentino si era già avviata con grande anticipo rispetto al passato e come mai era successo prima.
L’inefficienza e le lentezze organizzative hanno invece  comportato atti di vandalismo e sporcizia  in città con , almeno stando ad alcune informazioni raccolte, autorizzazioni mancanti  e non in ordine !
Nulla di cui meravigliarsi comunque, dal momento che ai primi giorni di ottobre ancora non si conosceva il programma e ancora non era stata presentata la manifestazione ;  questo sì, davvero, mai  era successo prima.
 Francesca Gambarini
Capogruppo Forza Italia

Gambarini: più fatti e meno parole per il commercio

Pur con la comprensione che si deve a chi inizia una nuova esperienza, non possiamo non farci alcune domande rispetto all’ampia intervista rilasciata dal neo assessore Bonatti. Ci aspettavamo qualcosa di più concreto sul tema che è stato ampiamente dibattuto e su cui, io stessa, feci alcune precisazioni anche recentemente senza però ricevere nessuna risposta. A sentire Bonatti sembra che tutto vada bene e che il progetto partito tempo fa del Centro Commerciale naturale stia andando a gonfie vele. Auspichiamo tutti che questo avvenga nel più breve tempo possibile , ma attualmente ci sembra che il nostro centro storico con il commercio e le attività che lo dovrebbero sostenere siano lasciati a loro stessi. Cosa si intende davvero fare per rilanciare le attività? Quali iniziative sono in programma? La tanto auspicata collaborazione con il Fidenza Village si è incanalata su questioni concrete? A noi pare che l’Assessore stia parlando di una città diversa da quella che realmente purtroppo oggi è Fidenza!

Bonatti parla di semplificare e snellire i regolamenti. Gli ricordo che sono gli stessi regolamenti approvati dalle giunte di cui ha fatto parte il suo attuale sindaco purtuttavia, essendo il pentimento un sentimento cristiano, apprezziamo quanto ha detto lo stesso Massari in campagna elettorale e cioè che in 5 mesi avrebbe cancellato e semplificato la burocrazia comunale! Ricordiamo però che il tempo sta trascorrendo e non vi è ancora traccia di iniziative in questo senso!

Auspichiamo che l’Assessore si impegni a rendere più fruibile il centro, implementi una serie di agevolazioni fiscali e tariffarie, coinvolga in modo concreto e determinato i commercianti .

L’assessore ha perso anche un’occasione, vista l’ampiezza delle sue deleghe che vanno dalle attività produttive all’Europa, di prospettare qualche idea almeno a medio termine e in mancanza di queste almeno qualche annuncio in perfetto stile renziano!