Fidenza, Gambarini (FI): “Area ex ospedale, una ferita aperta nel cuore della città!

FIDENZA, 30 gen. – “L’area dell’ex ospedale di via Borghesi continua, purtroppo, a rimanere una ferita aperta nel cuore di Fidenza, in una zona che rappresenta l’ingresso del centro storico”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza. “Lo spettacolo che si presenta agli occhi di chi passa è davvero indecoroso: rifiuti abbandonati qua e là tra erbacce e macerie delle demolizione in quello che una volta era il giardino dell’ospedale, struttura e spazi lasciati totalmente a se stessi e marciapiedi del lato via Berenini in condizioni pietose – evidenzia – . A fare da corollario la rotatoria tra le vie Carducci, Borghesi, Berenini e Martiri della Libertà da anni fatta di jersey. Sono passati ormai diversi mesi da quando il progetto di riqualificazione è stato approvato dal Consiglio comunale ma nessuna notizia si ha sull’avvio dei lavori. Sappiamo che l’area è di proprietà privata ma davvero l’amministrazione comunale vuole che rimanga nel degrado senza muovere un dito? Riteniamo che sia necessario trovare le risorse per farsi carico della sistemazione e messa in sicurezza della rotonda, teatro spesso di incidenti, e dei marciapiedi. Inoltre, l’amministrazione deve fare in modo che la proprietà garantisca pulizia e decoro dell’area che col passare del tempo rischia di diventare una sorta di discarica. Se necessario, si riveda la convenzione stipulata con il privato. Forse se l’amministrazione Massari avesse portato avanti il progetto di realizzare nell’area del vecchio ospedale la Casa della Salute ora l’area risulterebbe totalmente riqualificata”.

Fidenza, Gambarini (FI): “Sistemare al più presto la rotonda di via Borghesi”

Ancora un incidente nella rotonda all’incrocio tra via Borghesi e via Carducci. L’ennesimo. Fortunatamente, senza gravi conseguenze. Si tratta, però, di un fatto che rende – se non lo fosse già abbastanza . ancora più chiaro che quella rotonda va sistemata il prima possibile. Così com’è, oltre ad essere uno spettacolo indecente e degradante per la città, è pericolosa per tutti. Automobili, cicli, motocicli e pedoni. Da anni la rotonda è provvisoria, fatta di jersey, alcuni dei quali tolti o spostati, e, quindi, la rotonda nemmeno più ha la forma e le dimensioni corrette. Come ha già segnalato il consigliere Giuseppe Comerci, questa rotonda va sistemata e messa in sicurezza. Non è possibile che questo incrocio venga lasciato in queste condizioni in attesa che il soggetto attuatore del piano urbanistico dell’ex ospedale inizi i lavori. Stiamo parlando di un’area che rappresenta una delle porte di ingresso alla nostra città: va resa quanto meno decorosa in attesa che l’ex ospedale (ogni giorno più degradato) venga riqualificato. Segnalo, inoltre, la pericolosità di questo incrocio anche per i pedoni: le strisce pedonali sono scomparse e attraversare la strada è difficoltoso; i marciapiedi sono in condizioni pietose e lastrada è piena di buche. Mi auguro che si intervenga quanto prima almeno per consentire ai pedoni di attraversare in sicurezza.

Fidenza, Gambarini (FI): “Quale futuro per l’area dell’ex ospedale?”

Quale futuro per l’area dell’ex ospedale di Fidenza? Ancora non lo sappiamo. Aspettiamo di saperlo da anni. E ogni giorno che passa la zona dell’ex ospedale di via Borghesi diventa più degradata. E’ un biglietto da visita pessimo per Fidenza. Dove penserà di trovarsi chi arriva nella nostra città e ci passa davanti? E le case dei fidentini in via Borghesi e dintorni quanto valore avranno perso? In tutti questi anni nulla si è fatto per smuovere la situazione. Un progetto di riqualificazione c’era. Non è andato avanti, e ora? Attendiamo di vedere il nuovo progetto che, a quanto pare, dovrebbe ormai arrivare in Consiglio comunale. Mi auguro che davvero, come è stato detto, sia un progetto con più verde e meno residenziale rispetto al precedente. Fidenza, come ben sappiamo, non ha bisogno di nuovi condomini. Ha bisogno di essere amata e riqualificata. E se parliamo di via Borghesi, questo vale ancora di più: è una zona centrale di Fidenza ed è il biglietto da visita della nostra città. Non lasciamo questo pezzo di Fidenza nel degrado e non creiamo un nuovo quartiere dormitorio.

Francesca Gambarini
Capogruppo Forza Italia

 

INTERROGAZIONE: casa della salute/area ex ospedale via Borghesi

Al Sindaco
All’Assessore competente

Interrogazione a risposta scritta
Oggetto: casa della salute/area ex ospedale via Borghesi

PREMESSO CHE
– In Provincia di Parma è stata programmata la realizzazione di 26 Case della salute entro il 2015. Nel distretto sociosanitario di Fidenza sono già attive le Case della salute di Polesine, Busseto e San Secondo;
– Nel 2013 era stato individuato il Collegio dell’Angelo (nell’area dell’ex ospedale di via Borghesi) come sede della Casa della salute fidentina. Il progetto era stato presentato in conferenza stampa, spiegando tempi, costi e servizi che la struttura avrebbe dovuto ospitare. Si era parlato di iniziare i lavori nel 2014 e di inaugurare la struttura entro il 2016.
– Nel febbraio 2014 arriva in Consiglio comunale la proposta di deliberazione avente ad oggetto “PRG. Scheda di progetto n. 1.8 “Area ex Ospedale di Via Borghesi”. Revisione. Piano particolareggiato di iniziativa privata. Controdeduzioni. Approvazione”
– La proposta di deliberazione viene rinviata, su proposta dell’allora capogruppo del Partito democratico, che aveva sollevato dubbi sul procedimento seguito.
– In un’intervista rilasciata alla “Gazzetta di Parma” nei mesi estivi del 2014 l’assessore ai servizi sociali Frangipane aveva dichiarato che “l’iter per la realizzazione della Casa della salute è sospeso”
– Nel corso del Consiglio comunale del 14 dicembre scorso, alla presenza dei vertici dell’Ausl di Parma, è stato detto, tra le righe, che la Casa della salute non sorgerà più nell’area dell’ex ospedale di via Borghesi

CONSIDERATO CHE
– L’area dell’ex ospedale di via Borghesi, dove sarebbe dovuto sorgere la Casa della salute insieme ad altre costruzioni, è sempre più degradata e non è dato a sapere quando e come verrà riqualificata.
– Fidenza ha bisogno di una Casa della salute che raggruppi al suo interno servizi di primaria importanza, come il Cup, il centro prelievi, i medici di medicina generale e ambulatori specialistici
– Notizie mai confermate ufficialmente riferiscono della volontà di Comune e Ausl di realizzare la Casa della salute nella piazzetta del Teatro, dove già si sono riuniti alcuni medici di medicina generale.

SI INTERROGA IL SINDACO E LA GIUNTA PER SAPERE

– Se questa amministrazione comunale intende realizzare la Casa della salute e, se sì, in che tempi, dove e con che costi.

– Perché si è deciso di non realizzare più la Casa della salute nell’area dell’ex Ospedale di via Borghesi, nonostante ci fosse già un progetto.
– Se esiste un progetto per la riqualificazione dell’area dell’ex Ospedale di via Borghesi e, se sì, cosa prevede e in che tempi.

Fidenza, 29 agosto 2016
Gruppo consiliare Forza Italia

Fidenza, Gambarini (FI): “Che fine farà l’area dell’ex ospedale?”

Che ne sarà dell’area dell’ex ospedale di via Borghesi? Esisteva un progetto che avrebbe riqualificato l’intera zona con la realizzazione della Casa della salute proprio negli spazi occupati per anni dal nosocomio cittadino. Ma è arrivato Massari e questo progetto, forse perchè non frutto della farina del sacco del Pd, è stato cancellato con un colpo di spugna. Più volte abbiamo chiesto sia in Consiglio comunale, sia attraverso la stampa locale che intenzioni avesse l’amministrazione sia sulla Casa della Salute, sia sull’area dell’ex ospedale di via Borghesi, ma mai ci è stato risposto in maniera chiara. Massari, poi, nella sua autocelebrazione ferragostana non ha fatto cenno nè alla Casa della salute, nè all’area dell’ex ospedale. Il che fa pensare che per molto tempo ancora Fidenza non avrà una Casa della salute e che l’area di via Borghesi rimarrà nelle condizioni in cui si trova ora ancora per tanto tempo. Il silenzio del sindaco su questi temi è molto grave: vuol dire, probabilmente, che non sa come procedere. Fidenza ha bisogno di una Casa della salute che raduni più servizi possibili (dal Cup, al centro prelievi, ai medici di medicina generali e pediatri e alcuni ambulatori specialistici). Cosa che non può avvenire nella piazzetta del Teatro dove si vocifera nascerà una piccola Casa della salute. Allo stesso modo Fidenza non può avere una ferita aperta quale è l’attuale area di via Borghesi. Quella zona di Fidenza merita di avere una sua dignità.

Francesca Gambarini, capogruppo Forza Italia