Decreto Sicurezza, Gambarini (FI): “Pizzarotti più interessato a raccogliere consensi a sinistra che al benessere di Parma”

Decreto Sicurezza, Gambarini (FI): “Pizzarotti più interessato a raccogliere consensi a sinistra che al benessere di Parma”

PARMA, 3 gen. – “Compito di un sindaco è rispettare le leggi dello Stato, applicarle e farle rispettare. Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, invece, insieme a qualche altro sindaco di sinistra, dice di voler capire come fare per non applicare il decreto Sicurezza, una legge dello Stato, perchè non gli piace. Sono affermazioni gravissime – quasi un invito alla ribellione civile – fatte in nome di un esasperato buonismo, tutto diretto alla ricerca della ribalta nazionale”. Lo afferma Francesca Gambarini, commissario provinciale di Forza Italia. “Insomma – prosegue Gambarini . , un tassello in più nella campagna elettorale perenne di Pizzarotti, che ormai si è totalmente dimenticato di Parma e dei parmigiani. Nello stesso tempo, Pizzarotti, con queste trovate mediatiche, cerca di far dimenticare lo stato in cui ha ridotto la nostra città. Una città sempre meno sicura, buia e con un centro storico ormai inaccessibile. A nostro avviso il decreto sicurezza contiene principi condivisibili, mirati a bloccare il sistema dell’accoglienza indiscriminata andato avanti finora a tutto vantaggio di cooperative. Un sistema che a quanto pare a Pizzarotti piaceva ma che, invece, non ha fatto altro che aumentare l’insicurezza e il disagio sociale. In Italia si deve accogliere solo chi ne ha diritto e chi rispetta le regole e chi delinque va espulso. Mi sembra un principio semplicissimo e di buon senso che tutela il diritto degli italiani a vivere in tranquillità nelle proprie città. Ma forse per Pizzarotti è più importante raccogliere consensi a sinistra che far vivere bene i suoi concittadini”.

Violenza a Parma, Gambarini (FI): “Perchè il clandestino espulso era ancora in città?”

PARMA, 17 set. – “Perchè era ancora a Parma il clandestino che ha stuprato una ragazza, originaria tra l’altro di Fidenza, l’altra sera? Perchè era libero di spacciare e violentare? Il sistema di gestione delle espulsioni fa acqua da tutte le parti: i governi del Pd hanno fallito su tutti i fronti e i cittadini ne pagano le conseguenze”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia, al Consiglio comunale di Fidenza, dopo l’ennesima storia di droga e violenza, accaduta a Parma. “Di nuovo – prosegue Gambarini – , siamo di fronte ad una brutta storia di droga e violenza a Parma. Ormai, non è più possibile chiudere gli occhi: a giorni il sindaco Pizzarotti incontrerà rappresentanti del ministero. Ecco, faccia presente la situazione e speri che questa volta il Governo tenga in considerazione la nostra città e mandi finalmente più carabinieri. Per anni l’amministrazione comunale e il Governo del Pd hanno trascurato l’emergenza sicurezza nella nostra città ed ora il problema dello spaccio e della violenza non sono più contenibili. E se siamo a questo punto è anche colpa dei sorrisini del sindaco con il suo continuo minimizzare le cose. Mi auguro che la ragazza si riesca a riprendere da questa brutta faccenda. Un grazie ai carabinieri e ai cittadini prontamente intervenuti”.

Fidenza, Gambarini (FI): “Doveroso informare i cittadini sui nuovi arrivi di richiedenti asilo. Perchè il sindaco non l’ha fatto?”

 

FIDENZA, 10 set. – “A luglio, dopo che il bando della Prefettura aveva assegnato posti per richiedenti asilo a Fidenza, il sindaco ci derise per aver chiesto chiarimenti. Ad aggiudicarsi il bando per quanto riguarda la nostra città erano state Talita Kum e  Xenia” Con queste parole Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza (Pr), torna a parlare di immigrazione ed accoglienza. “In questi giorni – prosegue – nel silenzio sono arrivate quattro donne ospiti di Xenia. Di nuovo il sindaco sbeffeggia chi lo segnala. Così facendo prende in giro anche i cittadini che lo hanno eletto. Ci dica Massari se ritiene corretto che gli abitanti di via Porro non siano stati avvisati degli arrivi. Ci dica se ritiene corretto agire senza avvisare i fidentini che hanno il diritto di sapere chi sono le persone arrivate nel loro condominio. Il sindaco riduce tutto a una questione di numeri. Si tratta invece di una questione di rispetto per i fidentini. Rispetto che lui dimostra ancora una volta di non avere”.

Fidenza, Gambarini (FI) a Gallicani (Pd): “Nessuna emergenza immigrazione? In che mondo vive?”

Fidenza, Gambarini (FI) a Gallicani (Pd): “Nessuna emergenza immigrazione? In che mondo vive?”

FIDENZA, 7 ago. – “Proprio ieri 12 migranti, che lavoravano come braccianti sfruttati e sottopagati nei campi pugliesi, sono morti in un incidente. Oggi, con un tempismo che fa rabbrividire, Gallicani, capogruppo del Pd,  ci viene a raccontare che va tutto bene”. Così inizia la replica di Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza (Pr), al capogruppo del Pd Marco Gallicani sul tema dell’immigrazione. “Per lui – prosegue Gambarini – , non c’è nessun problema legato all’immigrazione e nessuna necessità di regolare i flussi. Ecco, provi a chiedere agli stessi migranti se sono d’accordo con lui. Gallicani, probabilmente, non riesce a capire che se non si interverrà per regolare i flussi migratori, non si farà altro che incentivare il sistema di sfruttamento del business dell’immigrazione che si è creato grazie alle politiche sull’immigrazione volute dal governo del Pd. Leggendo l’intervento di Gallicani pare che per lui non esista nessun problema legato al business dell’immigrazione o al caporalato. E ci si chiede davvero in che mondo viva. Di certo non a Fidenza, dato che dalla sua penna raramente sono uscite proposte per Fidenza (senza però perdere occasione di criticare tutte le nostre proposte per la città), ma molto spesso mozioni ideologiche su vari temi che poco e niente hanno a che fare con i lavori del Consiglio comunale”.

Immigrazione, botta e risposta con il sindaco Massari

Accoglienza, aggiudicato il bando della Prefettura di Parma. Gambarini (FI): “21 richiedenti asilo a Fidenza. Perchè il sindaco rimane in silenzio?”

FIDENZA, 13 lug. – “I nodi vengono al pettine: la Prefettura ha aggiudicato il bando per l’accoglienza di richiedenti asilo e tra i Comuni ai quali sono assegnati profughi compare anche Fidenza, alla quale sono assegnati 21 richiedenti asilo. Di nuovo i fatti hanno smentito il sindaco, che solo qualche settimana fa, aveva sollevato un inutile polverone dicendo dove i presunti profughi non sarebbero stati ospitati. I fidentini avrebbero però voluto sapere dove i richiedenti asilo sarebbero stati accolti: ecco, la risposta è arrivata e i documenti pubblicati dalla Prefettura parlano chiaro. Ovviamente nessuna comunicazione dal Comune è, ad oggi, arrivata. Per saperlo è necessario consultare il sito della Prefettura. Ancora una volta, in materia di immigrazione, il sindaco si è distinto per la trasparenza inesistente, scegliendo il silenzio e sperando magari che nessuno consultasse il sito della Prefettura. Meglio parlare degli argomenti dove può trovare qualche appiglio per i suoi autoelogi. E l’accoglienza dei richiedenti asilo? Immaginiamo già la sua risposta: “decide tutto la Prefettura, il sindaco non può farci niente”. E la città rimarrà invano in attesa di sentire la voce del sindaco che in Prefettura fa valere le ragioni dei fidentini”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza.

 


Gambarini (FI) replica a Massari

FIDENZA, 13 lug. Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza, controreplica al sindaco Andrea Massari: “Stamattina, per dovere di trasparenza, ho semplicemente riportato la notizia dell’aggiudicazione del bando della Prefettura, che assegna 21 richiedenti asilo al Comune di Fidenza. Tutto qui. Apriti cielo! Appare chiaro che il sindaco non voglia assolutamente parlarne, dato che la sua replica piena di odio e livore parla di tutt’altro. Voglio però tranquillizzarlo: a Fidenza esiste un gruppo di Forza Italia in Consiglio comunale, che, diversamente dalla sua vecchia scuola comunista, esprime idee senza prima dover passare dal vaglio del partito o del portavoce del partito. Noi, al contrario di Massari e compagni, siamo abituati a pensare con la nostra testa, senza prima andare a chiedere la benedizione, come è abituato a fare lui. Di quello che dice Fabio Callori mi importa poco, come poco mi importa che a Fidenza non ci sia un coordinamento comunale di Forza Italia. Non vedo quindi, sinceramente, perchè debba importare così tanto a lui. Che si interessi del suo partito, che nonostante lui lo avrebbe voluto fortemente non lo ha nemmeno tenuto in considerazione nella composizione delle liste per le elezioni politiche. Non sono solita interessarmi delle beghe degli altri partiti, ma non mi pare che il Pd attraversi un periodo di grandi fasti. Neppure a Fidenza. Come noto ormai a tutti il mio impegno politico nasce dall’amore per Fidenza – che spero davvero si possa liberare dalla peggiore amministrazione comunale di sempre, quella di Massari – città per la quale cerco di fare qualcosa di buono, dando voce ai cittadini. E i fidentini sanno benissimo che il sindaco li ama così tanto da avere speso 200 mila euro dei loro soldi per un evento di 3 giorni, che davvero non si capisce come abbia fatto a costare così tanto. Massari ha iniziato la sua personale campagna di insulti verso gli altri, insulti che ormai siamo abituati a ricevere. Prendiamo atto che è iniziata la lunga campagna elettorale di Massari, periodo la campagna elettorale in cui riesce a dare il peggio di sè. I fidentini si preparino ad assistere ad un anno di insulti verso chi non la pensa come lui da parte di chi dovrebbe rappresentare la città e non solo una parte. Oggi il suo bersaglio sono io, domani toccherà un altro. Lo ringraziamo: il suo odio non farà altro che stimolarci sempre di più”.

Profughi a Fidenza, Gambarini  (FI): “Il bando assegna 56 richiedenti asilo a Fidenza. Quando arriveranno?”

Profughi a Fidenza, Gambarini  (FI): “Il bando assegna 56 richiedenti asilo a Fidenza. Quando arriveranno?”

FIDENZA, 17 giu. – “Leggiamo oggi l’intervento scomposto dell’amministrazione comunale, da cui traspaiono nervosismo e agitazione. A prescindere da chi sia il soggetto che li ospita, rimane il fatto che il bando della Prefettura assegna 56 profughi al Comune di Fidenza. Quello che vorremmo sapere è dove saranno, non dove non saranno. Al bando ha comunque partecipato un soggetto di Fidenza. Perciò non sarà all’ex Irish o in via XXIV maggio ma sarà  altrove. La sostanza non cambia: il bando prevede l’arrivo di 56 profughi a Fidenza. Quando arriveranno? Dove saranno ospitati? Ci auguriamo che il polverone sollevato dall’amministrazione non serva a nascondere qualche sorpresa”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza (Pr).

Migranti al posto dei nonni vigile a Parma. Gambarini (FI): “Pizzarotti cerca di scavalcare a sinistra il PD”

Migranti al posto dei nonni vigile a Parma. Gambarini (FI): “Pizzarotti cerca di scavalcare a sinistra il PD”

PARMA, 28 apr. – “Migranti al posto dei nonni vigile. Succede a Parma dove il sindaco Pizzarotti sta lavorando sodo per scavalcare a sinistra il Pd. Pizzarotti è ovviamente liberissimo di fare la propria lunga campagna elettorale per le regionali ma non la faccia sulla pelle dei nostri ragazzi. Sostanzialmente questo progetto è una trovata pubblicitaria del sindaco Pizzarotti che sta cercando di lanciare il suo nuovo partito e si vuole accreditare come uomo nuovo della sinistra. E, quindi, va bene qualsiasi cosa: l’importante è accaparrarsi il voto dei radical chic e dell’estrema sinistra per conquistare un posto al sole (e un seggio in Regione). A rimetterci ancora una volta saranno i ragazzi parmigiani che vedranno venir meno una figura come quella del nonno vigile che ha sempre svoto egregiamente il suo lavoro”. Lo afferma Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza (Pr).

Nuovo bando della Prefettura per l’accoglienza richiedenti asilo, Gambarini (FI): “Nuovi arrivi a Fidenza?”

Nuovo bando della Prefettura per l’accoglienza richiedenti asilo, Gambarini (FI): “Nuovi arrivi a Fidenza?”
FIDENZA, 6 mar. – “Mentre siamo tutti concentrati sulle elezioni, la Prefettura di Parma emana un nuovo bando per l’accoglienza di 1480 richiedenti asilo in Provincia di Parma. 56 dei posti messi a gara sono a Fidenza. Il sindaco Massari, come suo solito, farà finta di non sapere nulla e dirà che il Comune non ci può fare niente. Ci ricordiamo però bene che solo pochi mesi fa proprio Massari ha chiesto e ottenuto dal ministero l’aumento del numero di posti per richiedenti asilo nel circuito Sprar. Si degnerà almeno di dirci se e quando arriveranno questi 56 nuovi profughi? Temiamo di no! Il nuovo Governo (mi auguro di centrodestra) dovrà mettere immediatamente fine a questo modo di gestire l’immigrazione sonoramente bocciato dagli italiani”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza.

Fidenza, Gambarini (FI): “Nuovi profughi in arrivo?”

Dopo mesi di imbarazzanti silenzi e mezze verità, il sindaco di Fidenza ha gettato la maschera ed ha chiesto ed ottenuto dal Ministero degli Interni l’aumento del numero di posti per richiedenti asilo a Fidenza. E’, perciò, probabile che nel giro di poco tempo i profughi presenti a Fidenza raddoppino, arrivando a 110. Tutto questo ovviamente senza che nessuno sappia quale progetto di accoglienza ci sia. Ma attenzione: per il sindaco tutto ciò è molto positivo e se ne fa vanto. A quanto pare basta l’etichetta Sprar a risolvere tutti i problemi. Il fatto che la gestione sia pubblica non cambia le cose. Quello che ci chiediamo è quale progetto ci sia alla base della richiesta di aumento dei posti e, soprattutto, se Asp riuscirà da sola a gestire i richiedenti asilo. Chiediamo che stavolta, soprattutto perchè si parla di gestione pubblica, il sindaco informi davvero i fidentini sull’accoglienza e sulle strutture che ospiteranno i nuovi profughi che arriveranno. Questa novità spiega anche perchè il sindaco abbia rifiutato un’assemblea pubblica. Come avrebbe potuto guardare in faccia i fidentini e dire che aveva chiesto il raddoppio dei posti a disposizione per i richiedenti asilo?

Francesca Gambarini
Capogruppo Forza Italia

 

Fidenza, Gambarini (FI): “Massima trasparenza sull’accoglienza profughi”

La Prefettura continua a cercare posti per richiedenti asilo. Il nuovo bando coinvolge anche Fidenza, che si prepara quindi ad ospitare altri migranti dato che secondo i calcoli matematici della Prefettura non ce ne sono abbastanza. Stavolta non ci sono scuse che tengano: la notizia è riportata sulla prima pagina della Gazzetta, il sindaco non può dire di non sapere nulla e cadere dalle nuvole, come fa di solito. Gli chiediamo di comunicare immediatamente alla città gli esiti del bando della Prefettura. Invece di trascorrere il suo tempo sui social o a fare video nei cantieri, il sindaco potrebbe fare qualcosa di più utile. Per esempio andare in Prefettura e far valere le ragioni della nostra città e dei suoi abitanti. Giorni fa il sindaco (mentre il suo capogruppo di maggioranza organizzava la festa di benvenuto ai richiedenti asilo arrivati a inizio luglio) aveva fatto la voce grossa contro il sistema. Adesso vogliamo i fatti, oppure dovremo pensare che questo sistema a lui va bene. Non possiamo essere succubi di questo meccanismo messo in piedi dal Governo del Pd e applicato dalle Prefetture che non fa altro che alimentare un grande business. Il Governo forse pensa che distribuire soldi a pioggia sia la soluzione ma non è così. E’ solo un modo per alimentare all’infinito un business fatto sulla pelle delle persone e che non aiuta nessuno, nè i migranti, nè gli italiani. Ricordo, infine, al Prefetto che, in percentuale, la provincia di Parma ospita più migranti di quella di Bologna. Non ritiene anche lui che sia ora di cambiare registro?