Il Comune di Fidenza spende 120 mila euro per un Psc già adottato. Perchè?

L’albo pretorio del Comune di Fidenza regala sempre delle “sorprese”.  In questi giorni è stata pubblicata la determina dirigenziale 993 del 13 novembre scorso, con la quale il dirigente dei servizi tecnici – dirigente anche di tutti gli altri servizi del Comune – impegna circa 120 mila euro per il Piano strutturale comunale. Psc che, ricordiamo, è già stato adottato ed è in attesa di approvazione definitiva. Ci piacerebbe sapere, a noi e ai fidentini tutti, perché serve spendere altri 100 mila euro, visto che il piano è già stato adottato e i professionisti che ci hanno lavorato sono già stati pagati. La determina, infatti, non spiega perché si rende necessaria questa spesa. Quindi, Massari, ci dica: perché bisogna spendere altri 120 mila euro? Il ragioniere capo cosa ne pensa? Ops… l’architetto capo è anche ragioniere capo! Il sindaco e la giunta sono d’accordo? Non gli è venuto il dubbio che ci siano troppe deleghe in capo alla stessa persona? E l’ex ragioniera capo andata in pensione ma ritornata come consulente gratuita che opinione ha? Mi chiedo se sia questo un modo corretto per utilizzare i soldi dei fidentini. In questi primi mesi l’amministrazione Massari si è contraddistinta per aver alzato le tasse e per aver agito con sempre con poca trasparenza, prendendo in giro i cittadini, compresi quelli che l’hanno votato. Stiamo ancora aspettando di sapere perché ha alzato le tasse e come verranno usati i soldi dei cittadini. Se prima o poi deciderà di risponderci, si ricordi anche di spiegarci perché la ragioniera capo da poco in pensione è ritornata. Non sono sufficienti l’architetto capo, dirigente anche dei servizi finanziari, e le due posizioni organizzative, di cui una nuova di zecca?

Francesca Gambarini

Capogruppo Forza Italia Fidenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *