Le vittime delle foibe vivono nel nostro ricordo

Oggi  – dieci febbraio – si celebra il Giorno del ricordo. Si ricordano le vittime delle foibe e l’esodo delle popolazioni giuliano dalmate. Persone che sono state vittime della violenza ingiustificata di un criminale di guerra, fatto da sempre passare come un eroe: tito. Lo scrivo in minuscolo per evidenziare la bassezza di quell’uomo. Causò più di 5000 morti e l’esodo di 300 mila giuliano dalmati dall’Istria e dalla Dalmazia. Per quale motivo? Avevano una sola colpa: quella di essere italiani. Per anni, nel nostro Paese, una parte politica ha negato queste barbarie. Senza distinzione di colore politico, ritengo sia fondamentale ricordare e divulgare in modo tale che venga fatta giustizia per quelle migliaia d’italiani morti infoibati. Non sono morti perchè vivono ancora in noi.

 
Nicolas Brigati
Coordinatore provinciale Forza Italia Giovani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *