Nuovo Solari e tunnel via Mascagni, chi paga?

Il sindaco, ormai imbarazzante, non risponde nel merito e gira la frittata a suo piacimento.  Tutti vogliamo un nuovo Solari. Quello che non vogliamo noi è far pagare la megalomania delle passate amministrazioni di sinistra ai fidentini. Abbiamo già detto che si poteva trovare una soluzione più comoda, funzionale e meno costosa invece è stata scelta la soluzione più dispendiosa, che cementifica un’area non idonea e che poteva rimanere campagna. Come se non bastasse, si andrà anche a costruire un nuovo sottopasso che non si capisce che utilità avrà per i fidentini, ma che si intuisce, avrà utilità per i soliti noti. Intanto, il sindaco non dice chi mette i soldi per costruire la scuola. Ricordo che lo stesso Pd, quando era minoranza, in Consiglio comunale aveva criticato il piano finanziario: ora ha cambiato idea? Ricordo anche che la Provincia aveva sì preso l’impegno ma non aveva garantito l’effettivo reperimento del milione. E i soldi della Fondazione? E i soldi dei privati ci sono? Non vorrei che venissero utilizzati i soldi delle tasse altissime dei fidentini… Vedo anche che il sindaco elogia e ringrazia il professor Karrer, estensore di quel Psc che il Pd, quando era minoranza, aveva criticato. Prendo atto che anche in questo caso ha cambiato idea, o almeno lo ha fatto su questioni che favoriranno i singoli interessi. La cosa non mi stupisce dato che il sindaco non sta rispettando nemmeno una delle promesse fatte. Nonostante io stimi professionalmente il prof Karrer, non ho mai elogiato il tunnel di via Mascagni che credo invece da sempre non sia la soluzione giusta. Caro Massari non abbiamo voluto le torri della stazione, che deturpano lo skyline di Fidenza, o la cementificazione delle periferie fidentine; queste sono tutte opere pensate e realizzate dalla tua sinistra che ancora oggi cementifica e persegue opere megalomani aumentando le tasse ai fidentini.

Francesca Gambarini

Capogruppo Forza Italia Fidenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *