“SI MOBILITINO I CLUB FORZA SILVIO PER LA NOSTRA COMUNITA’.” LA PRESIDENTE DEL CLUB FORZA SILVIO GIUSTIZIA E LIBERTA’, FRANCESCA GAMBARINI

La Presidente del Club Forza Silvio Giustizia e Libertà invita tutti gli aderenti ai Club di Parma e Provincia associati a realtà afferenti alla Protezione Civile a rispondere alle richieste di Comune e della stessa Protezione Civile presentandosi ai punti di ritrovo con abbigliamento adeguato: guanti e stivali.

I punti di ritrovo sono in via Farnese, pizzale Barbieri, viale Villetta in corrispondenza dei due ingressi del cimitero, piazza Lago Santo, via Torrente Bardea, via Langhirano – parcheggio scambiatore.

Questa richiesta rappresenta un fattivo contributo alle necessità della nostra comunità colpita da questa grave calamità. 


Noi avremmo fatto scelte politiche diverse. Il Pd invece non taglia le spese e aumenta le tasse

“Un bilancio senza progettualità che invece di tagliare la spesa aumenta le tasse”. Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale, così commenta il bilancio di previsione 2014 del Comune di Fidenza. “Non si percepisce il minimo sforzo per tagliare la spesa. Si è preferito aumentare le tasse. Non condividiamo questa scelta e avremmo agito in maniera totalmente differente. Il sindaco dice che per l’amministrazione non c’era margine di manovra su questo bilancio e che ha trovato una situazione difficile. La “situazione difficile” deriva dalle scelte fatte in passato ma, nonostante i rilievi fatti dagli ispettori ministeriali, si continua a costruire il bilancio allo stesso modo”.
“Insieme al bilancio è stato approvato anche il piano triennale delle alienazioni e ci stupisce trovare nell’elenco l’area di via Togliatti che ospita la Casa della musica. Nel 2012 il Pd, insieme a noi, aveva votato contro questa vendita e ora è a favore. Hanno cambiato idea? Serve “fare cassa”?. Inoltre, ci è stato presentato un bilancio con circa 100 mila euro di debiti fuori bilancio: perchè quando è stato votato il consuntivo 2013 ci è stato detto che non c’erano debiti fuori bilancio? Vorrei soffermarmi in particolare sul risarcimento danni dovuto a Claudio Malavasi, dopo la sentenza del Tar che ha condannato il Comune, che dovrà pagare anche le spese di giudizio per circa 26 mila euro totali. Come ho già detto in diverse occasioni, non devono essere i cittadini a pagare. Vanno individuati di questa situazione e dovranno essere loro a farsi carico di questa somma e anche degli 8 mila euro spesi dal Comune per l’avvocato difensore”.
“Un documento importante come il bilancio è stato fatto votare alle 2 di notte nonostante ci fosse un’altra seduta già convocata per il giorno dopo. Avremmo voluto approfondire alcuni aspetti del bilancio che ci sembrano poco chiari ed anche gli emendamenti e le osservazioni presentate da Rete civica ma non ce ne è stata data la possibilità” termina la nota di Francesca Gambarini.

Gambarini su Terme: azioni di responsabilità verso chi ha sbagliato.

“In questi giorni si è consumato l’epilogo del “problema Terme” con la richiesta di licenziamento per 81 dipendenti, già in gran parte in cassa integrazione da anni. E’ un autentico disastro targato Pd a tutti i livelli territoriali (Comune, Provincia e Regione Emilia Romagna) che passa quasi inosservato, visto che Fritelli e il suo assessore Canepari si permettono interventi contraddittori nel giro di pochi mesi sulla pelle di 81 lavoratori”. Francesca Gambarini, consigliere dell’Unione Terre Verdiane per Forza Italia, così commenta situazione di Terme di Salsomaggiore e Tabiano spa. Per lei “l’epilogo del licenziamento collettivo era, purtroppo, scritto da tempo per via delle vergognose politiche aziendali che Forza Italia ha più volte denunciato nelle varie sedi istituzionali”. Poi spiega: “Siamo di fronte a un’azienda che perde in alcuni anni il 30% del valore della produzione e che sta in piedi solo grazie ai soldi di una banca (che ha foraggiato le più assurde e spericolate operazioni di finanza creativa); che butta in cassa integrazione (che sa tanto di anticamera di licenziamento) decine di dipendenti; che, nonostante tutti gli aiuti pubblici, perde 2 milioni all’anno (e se conteggiassimo il personale in casa integrazione sarebbero 4 all’anno); che devasta la capacità di ottenere ricavi per fare solo azioni di restyling finanziario sulla pelle dei lavoratori; che ha dilapidato un patrimonio enorme con operazioni discutibili, come il leasing del Valentini”. “Purtroppo, un’azienda gestita in questo modo ha poche se non nulle possibilità di sopravvivenza. La cosa ridicola e grottesca è che in questo panorama disastrato, ci tocca sentire il sindaco e il neo presidente che dichiarano la stretta sugli incarichi esterni  quando tutti sanno che l’ex responsabile degli acquisti e l’ex direttore sanitario sono usciti dalla porta dell’azienda da pensionati per rientrarvi il giorno dopo come collaboratori ben pagati. Incarichi per cui sempre si trovano soldi, anche quando magari si pagano solo metà spettanze ai dipendenti. Ed in tutto questo scenario coloro che hanno causato il disastro o l’hanno vertiginosamente velocizzato, come il famoso gruppo dei modenesi e altri, se ne stanno tranquilli, dato che nessuno chiederà loro conto. Esattamente come l’assessore alle Partecipate Canepari che ai tempi di Tedeschi faceva il difensore di questi super manager. Oggi scopriamo che su 220 dipendenti ci sono 81 esuberi. E questi ci vogliono far credere che quando il 36% della forza lavoro è un esubero, non si sta procedendo alla liquidazione dell’azienda, ma al suo rilancio. A Fidenza c’è la leggenda dell’asino che vola. A Salso da oggi c’è quella dell’asino che vota”.

Basta interventi spot, ma piano programmatico per verde pubblico e decoro urbano

Oggetto: Verde pubblico e decoro urbano

Premesso che:

-si è già parlato diverse volte di verde pubblico e di decoro urbano;

-l’Amministrazione comunale ha sempre risposto, circa le nostre interrogazioni in merito, che si sarebbe adoperata per risolvere i problemi di volta in volta evidenziati;

-vi sono ancora zone che necessitano di manutenzione e di interventi urgenti;

Considerato che:

-in Viale Primo Maggio, dove l’erba esce dai tombini, vi sono abitazioni che si trovano i rami degli alberi che fiancheggiano la via quasi in casa e che rendono quindi problematica l’apertura delle finestre delle suddette abitazioni;

Interroga la Giunta comunale per sapere:

-se intende procedere in Viale Primo Maggio, oltre che con il taglio dell’erba nei tombini, anche con la manutenzione dei rami delle piante in modo da eliminare il disagio per i residenti;

-se e come intende muoversi l’Amministrazione affinchè si proceda con un piano programmatico ben preciso e non attraverso interventi singoli che ogni volta devono essere evidenziati.

 

Interrogazione Piazzale della Stazione

Oggetto: Piazza della Repubblica – Piazzale della Stazione

 Premesso che:

-sono passati anni da quando sono iniziati i lavori in Piazza della Repubblica causando gravi disagi per i cittadini e per i commercianti della zona;

-l’inaugurazione del Piazzale della Stazione avverrà sabato 11 ottobre;

 Considerato che:

-nel Piazzale in oggetto sono presenti due piante ornamentali che parrebbero molto costose, ma che sono purtroppo gia secche;

-tale Piazzale è costato molto ai cittadini di Fidenza;

 Interroga la Giunta comunale per sapere

-i costi relativi al piazzale (ci piacerebbe sapere anche i costi delle piante sopra citate);

-se e come intende muoversi l’Amministrazione affinchè l’opera in oggetto venga mantenuta con decoro considerato il fatto che preoccupa vedere come non si presti attenzione se a soli pochi giorni le piante sono gia divenute secche

 

Tosi e l’incapacità di tutelare i Consiglieri comunali.

Spettacolo indecoroso ieri sera in Consiglio comunale; il Presidente Tosi anzichè sovraintendere al regolare svolgimento dei lavori ha assecondato il suo Sindaco e la sua Giunta facendo votare un atto importante come il bilancio alle 2.30 del mattino… il tutto per non dare modo all’opposizione, così come anche richiesto dalla sottoscritta, di approfondire aspetti poco trasparenti e rimandare la votazione ad un Consiglio  già convocato per la giornata seguente.   Penso di poter dire che il ruolo del Presidente deve prima di tutto garantire la corretta informazione sugli atti e sui documenti oggetto della discussione; ciò non è stato possibile! Il Presidente Tosi si assuma le sue responsabilità perchè dirigere i lavori dell’ Assemblea significa anche  tutelare il diritto di tribuna e di informazione di ogni singolo consigliere che , Tosi dovrebbe sapere,  si assume una responsabilità, personale prima che politica, rispetto ad ogni voto che esprime. Da un Amministratore navigato, già Assessore, già Consigliere Provinciale, già Presidente di Emiliambiente, già tante altre cose… ci saremmo aspettati qualcosa di meglio!!!!

Servizio taxi: agevolare il lavoro della categoria.

Interrogazione a risposta scritta

Oggetto: servizio taxi

Premesso che:

-in data 7 settembre u.s. la Gazzetta di Parma scrisse del problema che riguardava il servizio taxi di Fidenza;

-il totem in Piazza della Repubblica su cui arrivano le chiamate risultava essere fuori servizio da 40 giorni;

-la categoria dei tassisti si è rivolta al Comune per chiedere interventi;

Considerato che:

-i tassisti di Fidenza non hanno il radiotaxi e di conseguenza vengono contattati sul telefono in oggetto;

-il guasto ha causato evidenti disagi e la perdita di lavoro per i tassisti (gia penalizzati a causa dei lavori sul Piazzale, o a causa delle spostamento momentaneo della sede da Piazzale Repubblica al Foro Boario);

Interroga la Giunta comunale per sapere

-se e come, nonostante sia stato riparato il guasto con colpevole ritardo, l’amministrazione intenda adoperarsi per agevolare il lavoro della categoria, che rappresenta un servizio importante per i cittadini, affinchè non si ripetano più situazioni simili

 

Fidenza con Massari riparte..dagli amici degli amici!

In questi giorni Massari sta tagliando il traguardo dei primi 100 giorni di amministrazione della città, e mai ci saremmo sognati di dover constatare che alcuni suoi slogan elettorali si sarebbero trasformati in realtà. Massari disse che avrebbe abbassato le tariffe e oggi constatiamo che  ha effettivamente alzato a dismisura le aliquote della TASI, cioè le tasse, non le tariffe come mi sottolineò in Consiglio comunale!! L’attuale primo cittadino disse anche che l’occupazione sarebbe stata il suo primo impegno, “rubando” addirittura al candidato modenese Muzzarelli il motto “Il lavoro nella testa e nel cuore”; incredibile ma vero, l’onda lunga del pensiero di Massari pare arrivare anche alle partecipate del comune di Fidenza. Sarà un caso ma  con un esame orale da Premio Oscar, punteggio 20/20, la figlia dell’ex vicesindaco e segretario dei DS  Antonini è stata recentemente assunta a tempo indeterminato da Emiliambiente SPA. E scorrendo la graduatoria troviamo poi in buona posizione per future assunzioni anche la figlia di un ex Sindaco di Fidenza  . Maligne voci di corridoio riferiscono poi che il Sindaco si starebbe prodigando per far assumere in Comune il comunicatore della sua campagna elettorale, Lorenzo Pietralunga, precisamente come capo dell’ufficio comunicazione; prendiamo nota di questi rumors e vedremo cosa succederà. Fidenza riparte, Davvero, dagli amici degli amici.

Forza Italia: quel parcheggio deve essere ripristinato.

Oggetto: situazione parcheggio cortile interno Palazzo dei Gesuiti

Premesso che:

-il parcheggio in oggetto viene utilizzato dagli utenti che si recano presso il Palazzo dei Gesuiti per effettuare esami, analisi o altro;

-tale parcheggio a servizio dell’utenza è gratuito;

Considerato che:

-come da documentazione allegata l’asfalto all’interno del parcheggio è in condizioni pessime e presenta buche profonde che rendono difficoltoso il passaggio (ancora di più in giornate piovose, come evidente in foto)

-nel momento in cui si offre un servizio non si può lasciare una situazione di degrado come questa che diventa peraltro disagevole per l’utenza;

-molteplici sono i passaggi di auto durante la giornata e tale situazione può provocare anche alcuni danni alle vetture;

Interroga il Sindaco e la Giunta comunale per sapere:

-se intende risolvere il problema del degrado di questo parcheggio e, in caso affermativo, in quali tempi.

 

 

 

 

 

 

Piazza Gramsci? No grazie!!!

Oggetto: intitolazione rotatoria

Premesso che:

-da anni è in fase di attuazione la rotatoria all’inizio di Via Gramsci;

-tale rotatoria rappresenta l’ingresso in Fidenza sia per chi proviene da Parma che per chi proviene da Piacenza;

-esiste un progetto in parte finanziato;

Considerato che:

-il cartello che indica la fase attuativa parla di “Nuova Piazza Gramsci”;

-crediamo che il nome indicato riafferma una concezione ideologica divisiva in quanto Antonio Gramsci era teorizzatore di una cultura politica egemonizzante;

-gia esiste una delle vie principali di Fidenza intitolate ad Antonio Gramsci:

Interroga il Sindaco e la Giunta comunale per :

-conoscere i tempi della realizzazione di tale piazza con i conseguenti costi;

-chiedere di intitolare l’opera pubblica ad un personaggio storico diverso da Gramsci per compiere un passo verso una memoria condivisa

Gruppo consiliare Forza Italia