Il caso Marò in Consiglio comunale..

Premesso che Salvatore Girone e Massimiliano La Torre in servizio anti-pirateria a bordo della petroliera italiana Enrica Lexie, sono accusati di aver ucciso due pescatori indiani e in conseguenza di tale accusa si trovano in stato di arresto domiciliare, in India, presso l’ambasciata italiana, dopo due anni e mezzo dai fatti e dopo una lunga serie di rinvii processuali da parte delle autorità indiane;

Premesso che l’ennesima udienza è stata fissata per il prossimo mese di ottobre;

Considerato che la loro colpevolezza o innocenza deve essere stabilita da un Tribunale italiano infatti l’eventuale reato sarebbe stato commesso in acque internazionali, come appurato anche dalle autorità indiane, per cui in casi simili, in base ai trattati internazionali, diventa competente per eventuali iter processuali il paese rispondente alla bandiera che batte la nave;

Considerato che le autorità indiane si sono dimostrate a tutt’oggi insensibili alle varie richieste del Governo Italiano e che i nostri due Marò si trovano ancora in stato d’arresto;

Considerato che crediamo nell’innocenza di Salvatore Girone e Massimiliano La Torre e, in ogni caso , restiamo fermamente convinti che debbano essere processati in Italia;

Impegna il Consiglio comunale di Fidenza a conferire la cittadinanza onoraria della nostra città ai fucilieri di marina Salvatore Girone e Massimiliano La Torre, ingiustamente detenuti in India, per l’attaccamento dimostrato al tricolore anche in occasioni di palesi ingiustizie loro perpetrate e davanti ad alcune contraddizioni dei nostri Governi. Saremmo orgogliosi, così come siamo certi lo sarebbero tutti i fidentini, di poter annoverare tra i cittadini della nostra Fidenza i nostri due militari negati , in modo crudele e illegittimo per troppo tempo , alle loro famiglie ed ai loro affetti.

Gruppo Consiliare Forza Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *