Parma, via Tito diventi via Norma Cossetto

Il 10 Febbraio si è tenuto il giorno del Ricordo.
Come ogni anno dal 2004, data di istituzione della ricorrenza civile parte del Governo Berlusconi, tutta Italia commemora le vittime delle Foibe e celebra gli esuli istriani e dalmati…tutta Italia o quasi! Come sempre infatti, nonostante l’ormai acclarato e comunque tardivo consenso bipartisan al ricordo commosso di una tanto triste pagina dell’ultimo secolo, non sono mancati neanche nel 2015 tanti, troppi infamanti attacchi e vilipendi alla memoria delle vittime e di chi li ricorda.
Quasi sempre gli autori di tali episodi rimangono nell’ombra, intimamente vergognandosi di propagandare ancora una visione tanto violenta e, vivaddio, superata dalla storia. Come nell’ombra rimane chi preferisce non ricordare o chi, con il chiaro intento di non scontentare possibili bacini elettorali, preferisce tacere.
A tal proposito ci pare vergognoso che trovi ancora posto nella toponomastica cittadina il principale artefice del genocidio di tanti uomini, donne e bambini colpevoli del solo fatto di essere italiani: Josip Broz Tito.
Da un’amministrazione che fa del superamento delle ideologie novecentesche uno dei suoi punti nodali ci aspetteremmo una chiara presa di posizione: lasciare cadere nell’oblio che merita un assassino e ricordare magari in quella sede una delle tante vittime del genocidio.
Come FI giovani chiediamo pertanto al Sindaco e alla Giunta l’opportunità di intitolare a Norma Cossetto quella che oggi, ferita aperta per tutti gli italiani, è via Tito.
Forza Italia Giovani Parma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *