Dialogando con… Alessandro Sallusti e Pietrangelo Buttafuoco

Il 21 maggio 2015, nella splendida cornice del teatro Verdi di Busseto, l’associazione ControCorrente ha ospitato il direttore del Giornale Alessandro Sallusti e il giornalista Pietrangelo Buttafuoco, intervistati dal giornalista Rai Luca Ponzi. E’ stata una bellissima serata, in cui si è parlato di attualità e delle prospettive del centrodestra italiano.

Pubblichiamo l’articolo di Annarita Cacciamani, uscito sulla Gazzetta di Parma.

Il centrodestra? «Deve guardare a quel 47% di italiani che non va a votare e non si riconosce in Renzi, Salvini o Grillo: cercano una propria “casa” ma non la trovano perché non esiste un’offerta politica in cui possano riconoscersi». Parola del direttore del Giornale Alessandro Sallusti e del giornalista Pietrangelo Buttafuoco. I due sono stati ospiti giovedì sera dell’associazione ControCorrente, che ha organizzato un partecipato incontro, intitolato «Dialogando con…», al teatro Verdi di Busseto. Tema della serata – introdotta da Nicolas Brigati (socio di ControCorrente) e moderata dal giornalista Rai Luca Ponzi – l’attuale situazione del centrodestra italiano: «Le ultime scelte del centrodestra ci lasciano disorientati – ha spiegato Francesca Gambarini, nella veste di presidente di ControCorrente – . Si smetta di parlare di correnti e si pensi a come risolvere i problemi della gente». Incalzati dalle domande di Ponzi, i due hanno parlato ad ampio raggio di politica e attualità. «Il centrodestra deve uscire dal pantano in cui si è ritrovato 4 anni fa. Le conte interne non entusiasmano l’elettorato. Gli spazi per creare un’alternativa seria e credibile ci sono». Buttafuoco è stato, invece, durissimo nei confronti dell’attuale premier Matteo Renzi. «Renzi sta facendo credere a chi non è di sinistra che vuole scardinare ciò che rimane del partito comunista, mentre a chi è di sinistra fa credere che li farà vincere. Sta vendendo fumi a tutti ma le sue suggestioni si scontrano con la realtà. Basta fare un giro nella provincia italiana per capire che le sue ricette non funzionano – ha affermato – . Renzi è un antitaliano perché ha fatto perdere al nostro Paese quel ruolo strategico nel Mediterraneo che gli compete». Infine Luca Ponzi ha chiesto ai due cosa per loro volesse dire essere di destra. Per Sallusti significa «anteporre l’interesse dello Stato a quelli del partito o del singolo potere»; per Buttafuoco «rivendicare la sovranità nelle scelte e nelle decisioni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *