Fidenza, Gambarini (FI): “Commercio in crisi ma la giunta fa finta di niente”

A Fidenza i negozi chiudono. I dati parlano chiaro ma per l’assessore al commercio va tutto bene. Addirittura parla di “dati incoraggianti” e “segnali positivi”. E’ la dimostrazione di quanto l’assessore e l’amministrazione tutta siano staccati dal mondo reale e vivano in un loro mondo fatto di annunci e spot. I dati dicono, invece, che il commercio di Fidenza è in crisi, che alcuni negozianti hanno dovuto chiudere le loro attività e che l’azione dell’amministrazione è stata insufficiente. Serve fare di più. Servono più parcheggi (possibilmente non a pagamento) e serve diminuire la pressione fiscale. Invece, l’amministrazione Massari nel 2015 ha aumentato sia la Cosap, sia la Tari. Mi chiedo inoltre se l’assessore e il sindaco abbiano mai fatto un giro per il centro storico. Se escludiamo le 4 notti bianche (nelle quali i nostri commercianti hanno messo anima e corpo) , nessun evento è stato organizzato dall’amministrazione per portare gente nel centro storico di Fidenza. Mai in questi anni l’estate fidentina era stata così spenta. Nonostante le numerose gite di sindaco e vicesindaco a Expo, non è stato organizzato nulla per far arrivare gente a Fidenza e anche la mancanza di eventi culturali è uno dei motivi delle difficoltà del centro storico. Dove sono tutti i visitatori che assessore, sindaco e vicesindaco avevano promesso di portare dal Fidenza Village al centro storico? L’assessore al commercio avrebbe dovuto dire cosa ha intenzione di fare per evitare che a fine 2015 i dati sul commercio fidentino siano ancora negativi. Invece dice che “fare impresa a Fidenza conviene” e che “le tasse sono basse”, senza rendersi conto dei problemi. Se il commercio e il centro storico di Fidenza non sono ancora del tutto morti, il merito è tutto dei commercianti che non si arrendono e lottano con tutte le loro forze per portare avanti la loro attività.

Francesca Gambarini

Capogruppo Forza Italia Fidenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *