Gambarini, Brigati e Rosa: “Amareggiati per la situazione di Forza Italia. Il cambiamento era necessario”

Gambarini, Brigati e Rosa: “Amareggiati per la situazione di Forza Italia. Il cambiamento era necessario”

PARMA, 5 ago. – “Scrivere queste parole ci rattrista. Forza Italia, la sua bandiera e i suoi valori rappresentano tanto per noi. Rappresentano un pezzo della nostra vita e ideali per i quali ci siamo spesi e abbiamo fatto tanti sacrifici. E’ stato l’amore per la libertà e per le idee che incarnava Forza Italia a spingerci a fare politica e noi non tradiremo mai che le nostre idee. Proprio perchè amiamo quella bandiera e quei valori di libertà, dobbiamo prendere atto che la Forza Italia di oggi non li rappresenta più quei valori. Non neghiamo che tutto ciò ci mette in difficoltà nel portare avanti la nostra azione”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, commissario di Forza Italia per la provincia di Parma, insieme al vicecommissario Nicolas Brigati e al coordinatore provinciale di Forza Italia Giovani Parma Jacopo Rosa. “Il cambiamento e il rinnovamento promessi non ci sono stati – proseguono – . Anzi, non si è capito che la società stava cambiando e ci si è pian piano allontanati dalle persone e dai territori. Addirittura abbiamo visto parlamentari che invece di parlare di sicurezza sono saliti sulle navi delle Ong insieme a parlamentari del Pd, il partito dell’accoglienza a tutti i costi. Questo vuol dire aver perso la bussola e il contatto con la realtà. Dal 1994 Forza Italia e il presidente Berlusconi, che ringrazieremo sempre per tutto quello che ha fatto per il nostro Paese, si sono battuti per creare posti di lavoro, per garantire sicurezza, per tagliare tasse e burocrazia, per realizzare le infrastrutture di cui l’Italia ha bisogno, per sostenere le imprese e per dare opportunità ai giovani e a chi è in difficoltà. Da qualche tempo questi temi si sono persi di vista e tanti che ora criticano chi chiede un cambiamento si sono concentrati a difendere il loro posto, facendo perdere milioni di voti al partito. Abbiamo cercato, insieme a tanti amici, di far capire che bisognava cambiare rotta, dicendo come sempre quello che pensavamo, ma è stato inutile. Dobbiamo guardare al futuro ma l’attuale situazione di Forza Italia ci riempie di dolore e ci mette in difficoltà nel nostro quotidiano lavoro sul territorio. Non nascondiamo di guardare con interesse già da tempo Giovanni Toti, uno dei pochi che sembra avere le idee chiare su dove stare, cioè nel centrodestra alleati di Lega e Fratelli d’Italia e contrapposti a Pd e M5S.  Vogliamo guardare avanti e lavorare per contribuire a dare un futuro migliore a Parma e alla sua provincia, all’Emilia Romagna e a tutto il nostro Paese”.

Francesca Gambarini (Forza Italia) sposa il progetto di Giovanni Toti

Francesca Gambarini (Forza Italia) sposa il progetto di Giovanni Toti
Il commissario provinciale di Forza Italia Parma annuncia il suo sostegno al governatore della Regione Liguria

Giovanni Toti e Francesca Gambarini

PARMA, 27 giu. – “Forza Italia ha bisogno di una vera rivoluzione. Credo che Giovanni Toti sia la persona giusta: il 6 luglio sarò a Roma con tanti amici per sostenere con convinzione il suo progetto”. Francesca Gambarini, commissario provinciale di Forza Italia, annuncia il suo interesse per il progetto del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. “Forza Italia sta vivendo un momento di grossa crisi a livello nazionale. Lo abbiamo visto in tutte le ultime tornate elettorali. Gli elettori di centrodestra sono disorientati perchè non vedono una linea politica chiara e concreta: c’è chi si è rivolto altrove e c’è chi ha preferito non votare. Anche militanti e amministratori locali chiedono chiarezza: dove vuole andare Forza Italia? Giovanni Toti lo sta dicendo senza se e senza ma, usando toni forti per dare una scossa al partito e parlare anche a tutto quel mondo che oggi non si riconosce in Forza Italia. Dobbiamo rivolgerci ai tanti commercianti, artigiani e imprenditori che credono ancora nella crescita, nelle grandi opere e nella semplificazione. Occorre tagliare le tasse, dando più soldi in buste paga ai lavoratori e sgravando le imprese. Dobbiamo fare proposte chiare che diano risposte alle aziende, alle famiglie e ai cittadini tutti. Quella con Lega e Fdi è un’alleanza naturale ma noi non siamo stampella di nessuno: siamo la parte più moderata di un centrodestra ampio con tante sensibilità diverse. Oggi la linea di Forza Italia è confusa, tra chi si assimila alla Lega e chi guarda troppo verso il Pd. Occorre chiarezza. Serve un rinnovamento vero, non di facciata. Senza perdere tempo serve rivoluzionare questo partito ripartendo da zero. Dobbiamo tutti metterci in discussione e rimboccarci le maniche per iniziare un nuovo percorso. Entusiasmo ed energia non mancano: vogliamo una Forza Italia nuova e rinnovata in tutto. Ho parlato con tante persone – militanti, amministratori e cittadini che si riconoscono nel centrodestra – e tantissimi di loro vedono nel progetto di Giovanni Toti l’occasione giusta per costruire la casa politica delle persone che lavorano, creano lavoro e amano la libertà in tutte le sue forme. Ogni tentennamento sarebbe inutile e dannoso. Ringraziamo il presidente Berlusconi per quanto fatto per il Paese. Dopo la rivoluzione del 1994, serve oggi una nuova #RivoluzioneForzaItalia”.

Forza Italia, Francesca Gambarini: “Ora rinnovamento, non si può più perdere tempo”

Forza Italia, Francesca Gambarini: “Ora rinnovamento, non si può più perdere tempo”
Il commissario provinciale del partito analizza i risultati elettorali

“Capire quali sono le risposte che il nostro elettorato chiede e andare a riprendere il mondo moderato che guarda altrove”. Ieri sera il commissario provinciale di Forza Italia Francesca Gambarini, insieme al vice Nicolas Brigati, al commissario comunale Elisabetta Isi e al coordinatore provinciale di Forza Italia Giovani Jacopo Rosa, ha organizzato all’hotel Villa Ducale un incontro per analizzare i risultati delle elezioni europee ed amministrative e ragionare sul futuro. “E’ ormai evidente che non basta stare fermi ad aspettare i voti del presidente Berlusconi. Forza Italia non è stata in grado di rinnovarsi e di proporre un’idea politica chiara a quella classe media e moderata di cui siamo sempre stati il punto di riferimento – ha spiegato Gambarini ai presenti – . Adesso non si può può aspettare e bisogna avere l’intelligenza di capire quali sono le esigenze e le risposte che l’elettorato chiede”. Analisi condivisa dai presenti: “Serve incontrare persone ed associazioni e spiegare loro chiaramente quali sono le nostre proposte e bisogna avere il coraggio di denunciare cosa non funziona nei nostri Comuni. Va fatto in modo chiaro e semplice per arrivare alle persone. I giri di parole e le mezze vie non bastano più”. Sul futuro Francesca Gambarini guarda con interesse alle proposte in campo: “Il progetto di Giovanni Toti è sicuramente interessante e vogliamo capire bene quali sono i contenuti della sua proposta. Dall’altro lato il presidente Berlusconi, che ringrazio per tutto quello che ha fatto per il nostro Paese, ha annunciato di voler rinnovare finalmente il partito con un congresso in autunno. Siamo consapevoli che non si può perdere tempo perchè presto ci saranno le elezioni regionali e forse anche le politiche”.

Presentata la coalizione per Andrea Scarabelli sindaco

Uniti per Fidenza. Stamattina in piazza Ponzi, all’ombra degli ecomostri simbolo del malgoverno della sinistra a Fidenza, la coalizione guidata dal candidato sindaco Andrea Scarabelli si è presentata ufficialmente alla città. Fanno parte della coalizione la lista civica Uniti per Fidenza – Scarabelli sindaco, che riunisce Rete Civica e Svolta Civica, Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. Davanti a un numeroso ed attento pubblico Scarabelli, insieme a Domenico Muollo (Fdi), Francesca Gambarini (FI) e Samantha Parri (Lega) hanno illustrato le idee alla base della coalizione. Presenti, tra gli altri, anche Simona Ferrari (Svolta Civica) e Luca Pollastri (Rete civica).

LE DICHIARAZIONI

Andrea Scarabelli (candidato sindaco e lista civica Uniti per Fidenza)Noi vogliamo impegnarci per una nuova visione di Fidenza perché la nostra città possa essere un luogo vivo e sicuro per le nostre famiglie e i nostri giovani.  Abbiamo voluto trovarci stamattina in questa piazza per presentare la nostra coalizione perché è il simbolo del degrado raggiunto dopo anni di amministrazione di centro sinistra. Noi vogliamo promettere concretezza e serietà. Non vogliamo candidare Fidenza alle Olimpiadi del 2030 ma vogliamo concretezza. Vogliamo costruire un sistema di welfare che consenta di far ritornare a Fidenza gli anziani ricoverati fuori Comune, vogliamo mettere in sicurezza piste ciclabili e marciapiedi e ridisegnare la viabilità per fare in modo che ci possa spostare tranquillamente in bici per la città. Non promettiamo la luna ma semplicemente ci impegneremo a creare le condizioni per una città migliore. Non abbiamo la soluzione in tasca e perciò coinvolgeremo tutte le realtà fidentine per arrivare ad un obiettivo comune nella massima trasparenza perchè tutti devo sapere come vengono usati i soldi pubblici

Domenica Muollo (FdI) Uno dei punti cardine del nostro programma è l’attenzione alla famiglia. Le famiglie sono il cuore della comunità e dobbiamo sostenerle ed accompagnarle, facilitando l’ingresso ai servizi e rimodulando le tariffe. La nostre attenzione sarà sia verso le giovani coppie, sia verso le famiglie con figli o con anziani e disabili a carico. Vogliamo creare un fisco a misura di famiglia e un Comune amico.

Francesca Gambarini (FI) Abbiamo scelto questa piazza perchè rappresenta il malgoverno della sinistra a Fidenza. Siamo sotto le due torri (di cui una fallita) per le quali ci hanno indebitato per 40 anni e in uno spazio che la sera diventa un piccolo Bronx. A pochi passi da noi, la piazza della Stazione, enorme ed inutilizzata. Aver realizzato questo scempio significa considerare la città cosa propria. E’ questo che ha fatto la sinistra e a questo noi diciamo no. Rivedere la viabilità, a partire proprio da piazza Repubblica e dal tunnel di via Mascagni utile solo ad alcuni, sarà il nostro primo impegno. Forza Italia si batte da sempre contro il sistema e continuerà a farlo con un gruppo fatto da tanti volti nuovi di persone competenti guidate da una persona libera come Andrea Scarabelli.

Samantha Parri (Lega)Questa piazzetta è l’emblema di come Fidenza non sia più sicura. Nessuno di noi si sentirebbe tranquillo a passare di qui la sera. Ci impegneremo per cambiare tutto questo. Miglioreremo l’organizzazione della polizia locale in modo che si concentrino sul controllo del territorio h24, anche grazie alle nuove tecnologie e a telecamere funzionanti e presidiate 24 ore su 24. Una Fidenza sicura è una Fidenza in cui tutti vivono meglio.   

Fidenza, inaugurata la sede elettorale di Forza Italia e Lega per Scarabelli Sindaco

Tantissimi fidentini hanno partecipato ieri all’inaugurazione della sede elettorale di Forza Italia e Lega, che, insieme a Fratelli d’Italia, sostengono il candidato sindaco civico Andrea Scarabelli. Il comitato si trova in via Cavour, 42. Scarabelli si è soffermato su alcuni temi del programma: “Siamo in via Cavour, pieno centro storico. Un centro storico bellissimo da valorizzare, migliorando la viabilità e attraverso piccole azioni di marketing, come ad esempio posizionare cartelli che indichino il centro in zona outlet per portare qui le persone. Sulla viabilità tanto c’è da fare e, per cominciare, vorremmo riaprire al traffico piazza della Repubblica. Penso poi alla trasparenza: i cittadini davvero sanno cosa succede a Fidenza? Credo che il Comune dovrebbe essere amministrato in modo più aperto e i dati dovrebbero essere sempre a disposizione di tutti. E in tutti i campi: dalla qualità dell’aria alle centrali di cogenerazione. Queste ultime funzionano a pieno regime o in misura ridotta?”. La mattinata si era aperta con i saluti di Francesca Gambarini, capogruppo e commissario provinciale di Forza Italia, e Samantha Parri, segretaria locale della Lega. “Fidenza – ha evidenziato la Gambarini – porta i segna di anni di sinistra: dalla cementificazione indiscriminata al fallimento della coop Di Vittorio, dall’implosione dell’Unione Terre Verdiane all’incursione clientelare sull’ospedale di Vaio, dove invece le scelte dovrebbero essere guidate dal fine superiore di tutelare la salute dei cittadini. Noi vogliamo dire basta a questo sistema perchè vogliamo un’amministrazione aperta e trasparente che guardi al bene della città e per questo sosteniamo Andrea Scarabelli, persona libera da vincoli ideologici con in testa solo il territorio”. Parri ha aggiunto: “Fidenza è una cittadina dalle tante potenzialità inespresse: ci sono tante cose da migliorare. Due soli esempi: la sicurezza che secondo Massari esiste solo in campagna elettorale e le politiche giovanili, di cui mai questo sindaco si è occupato. L’esempio del fallimento delle amministrazioni di centrosinistra è la ferita aperta dei Terragli di cui i fidentini pagano il prezzo” ha sottolineato Parri. Presenti anche diversi ospiti. Per Forza Italia la deputata Benedetta Fiorini, il consigliere regionale Andrea Galli e il presidente nazionale di Forza Italia Giovani Stefano Cavedagna. Per la Lega i parlamentari Laura Cavandoli, Maurizio Campari, Gabriella Saponara e Giovanni Tombolato, il vicepresidente del Consiglio regionale Fabio Rainieri e il segretario provinciale Emiliano Occhi.

La lettera al direttore di Paola Mecarelli

Egregio direttore,

Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti ha definito Parma la “città dei diritti”, riferendosi implicitamente anche al riconoscimento dei figli di coppie omosessuali. Forza Italia ritiene, invece, che una deriva pericolosa di questi nostri tempi sia quella che conduce allo stravolgimento del concetto di famiglia. La famiglia, come dice anche la nostra Costituzione, è il nucleo naturale e fondamentale della società e si basa sul matrimonio fra uomo e donna. Non si può dunque ridurre la famiglia a un mero fatto privato, perché essa è riconosciuta dalla storia come il modello della società. Pertanto crediamo che le affermazioni del Sindaco Pizzarotti siano errate. La politica non può andare “a rimorchio” dei mutamenti della società, ma deve invece regolamentarne i movimenti con il primario compito di insegnare e divulgare i valori. Ciò ha come conseguenza che i diritti delle persone devono essere riconosciuti in riferimento all’essenza sociale: diversamente si correrà il rischio di confondere il diritto con l’anarchia etica. Concludendo, invitiamo il Sindaco a un ulteriore approfondimento a tutela del concetto di famiglia, affinché Parma possa diventare “la città dei valori”.  

Paola MecarelliResponsabile provinciale Famiglia – Forza Italia

Parma, Elisabetta Isi è il nuovo commissario comunale di Forza Italia

Elisabetta Isi

PPARMA, 24 gen. – Elisabetta Isi è il nuovo commissario comunale di Forza Italia. Lo annuncia il commissario provinciale Francesca Gambarini. “Abbiamo intenzione di radicarci sempre di più in città e lavorare, insieme agli alleati di centrodestra, per costruire una vera alternativa a Pizzarotti e alla sinistra, che oramai sono la stessa cosa – spiega Gambarini – . Abbiamo scelto per guidare il partito a Parma Elisabetta Isi. Si tratta di una persona che conosce molto bene la città e le sue problematiche che saprà dare un importante contributo al nostro territorio in termini di idee e proposte e, inoltre, di ascolto dei cittadini. A Elisabetta auguro buon lavoro, ci sarà tanto da fare, ma so che insieme lo faremo nel modo migliore”. Elisabetta Isi, che ha lavorato come subagente assicurativo per una nota compagnia e come addetta al marketing per associazioni di categoria, è stata in passato consigliere di quartiere e torna alla politica attiva dopo diversi anni di “pausa”. “Ringrazio Francesca e tutti gli amici di Forza Italia per l’importante ruolo che mi è stato affidato – commenta Isi – . Penso sia necessario partire dall’analisi delle problematiche del territorio di Parma e dalle possibili soluzioni per guardare al futuro con l’obiettivo di far ritornare Parma ad essere una città modello in Europa. Stiamo anche individuando i componenti del coordinamento comunale: per me sarà molto importante il confronto continuo con loro e con tutti coloro che vorranno portare un’idea per migliorare Parma”. A breve sarà resa nota la squadra completa.

Il centrodestra correrà unito alle elezioni amministrative di Fidenza

Il centrodestra correrà unito alle elezioni amministrative di Fidenza
Lo annunciano Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia

Il centrodestra fidentino suona la carica per le elezioni amministrative 2019. In un comunicato congiunto Francesca Gambarini, commissario provinciale di Forza Italia e attuale capogruppo in Consiglio comunale, Samantha Parri, segretaria comunale della Lega, e Massimo De Matteis, segretario provinciale di Fratelli d’Italia, annunciano di essere già al lavoro per le elezioni comunali. “Il centrodestra si presenterà unito alle prossime elezioni comunali – scrivono in una nota Gambarini, Parrii e De Matteis – . Forza Italia, Lega e Fratelli sono al lavoro per presentare il miglior progetto e la miglior squadra possibile ai fidentini. Fidenza ha bisogno di un’alternativa all’attuale amministrazione di sinistra, che si è contraddistinta soprattutto per l’arroganza e la totale assenza di trasparenza. Il nostro progetto sarà aperto a tutte quelle forze civiche che non si riconoscono nel Pd e nell’attuale amministrazione. Le fughe in avanti non ci piacciono ma possiamo già dire che al centro del nostro progetto ci saranno Fidenza e i suoi cittadini con i loro bisogni. Vogliamo dare ai fidentini tutte quelle risposte che l’attuale amministrazione non ha dato loro, a partire dalla crescente insicurezza – tema collegato a quello dell’immigrazione – al progressivo impoverimento del centro storico e delle frazioni, dalla viabilità alla tassazione, dal sociale alla salute e all’ambiente. Questa amministrazione lascerà in eredità un debito tornato ai livelli pre 2009 e un Psc che riapre la stagione della cementificazione della città e un bilancio drogato dalla vendita delle reti gas. Una vendita che è servita al sindaco Massari per avviare la stagione elettorale del taglio dei nastri di cantieri. Pochi mesi e dei 14 milioni non rimarrà un centesimo. Sotto lo scintillio dell’albero di Natale abbiamo il vuoto e l’arroganza di un sindaco che addirittura si permette di sbeffeggiare e prendere a male parole chiunque osi criticarlo. Ai fidentini, che ogni giorno si rivolgono ai noi per segnalarci le più svariate problematiche, vogliamo dire che un’alternativa c’è e vogliamo costruirla per loro e con loro”.

Sabato 15 dicembre a Fidenza la cena natalizia di Forza Italia

S

Sabato 15 dicembre, alle ore 20, al ristorante KM90 di Fidenza, nei pressi del casello autostradale, si terrà la cena natalizia di Forza Italia. Parteciperanno:

  • sen. Anna Maria Bernini, presidente gruppo Forza Italia al Senato
  • on. Galeazzo Bignami, commissario regionale Forza Italia
  • on. Benedetta Fiorini, vicecommissario regionale Forza Italia
  • Stefano Cavedagna, presidente nazionale Forza Italia Giovani
  • Andrea Galli, consigliere regionale
  • Francesca Gambarini, commissario provinciale Forza Italia
  • Nicolas Brigati, coordinatore provinciale Forza Italia Giovani