Unione Terre Verdiane, Gambarini (FI): “Costi esorbitanti”

L’Unione Terre Verdiane (o meglio l’Unione Fidenza Salso) sembra ormai una vera e propria barzelletta. Peccato che non ci sia da ridere, ma da piangere. Per il 2017 l’Unione – presieduta da Andrea Massari e svuotata di funzioni – costerà al Comune di Fidenza quasi 350 mila euro. Una cifra esorbitante (di cui, come da determina dirigenziale da poco pubblicata, ci apprestiamo a versare la seconda rata), soprattutto oggi che l’Unione è formata da due soli Comuni. Davvero non si capisce a cosa serva pagare una quota così alta. Quali sono i servizi che vengono erogati da questa Unione a due? Pagare ancora oggi centinaia di migliaia di euro per portare avanti l’Unione Terre Verdiane e i suoi debiti è davvero fuori da ogni logica. Si tratta di un ente di cui nessuno conosce le funzioni e l’utilità. Oggi paghiamo il frutto dell’incapacità di uscire da un pasticcio creati anni fa dalla sinistra locale. Come previsto, sono i fidentini a dover pagare l’incapacità gestionale di una sinistra che ha voluto, creato e (mal)gestito l’Unione Terre Verdiane. Forza Italia, da sola e inascoltata, è sempre stata contraria alla creazione di questo ente, che ha comportato solo costi per i cittadini. In grave ritardo lo ha capito anche la sinistra ma la toppa si sta rivelando peggio del buco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi