Categorie
Francesca Parma

Parma, Forza Italia: “Tante zone della città al buio. Ripristinare l’illuminazione”

Parma, Forza Italia: “Tante zone della città al buio. Ripristinare l’illuminazione”
PARMA, 23 dic. – “L’illuminazione pubblica in via Bartok e nella zona circostante va ripristinata al più presto”. Lo chiedono Francesca Gambarini, commissario provinciale di Forza Italia, e Antonella Amore, componente del coordinamento provinciale. “I residenti di queste zona – evidenziano – sono completamente al buio da giorni (e se Pizzarotti vivesse i quartieri della città se ne sarebbe accorto) e ormai hanno paura ad uscire di casa perchè una zona residenziale in cui non ci sono negozi e al buio si presta molto bene a furti e altro ancora. Purtroppo il rischio si è già trasformato in realtà in vari casi. In via Bartok, in via Campanini e in tante altre vie, colpite dai furti. Subire un furto vuol dire essere violati nell’intimità della propria casa ed è un trauma che ci si porta dietro per tanto tempo. La violenza può essere purtroppo anche fisica, come è capitato ad una signora in viale Campanini. Vogliamo mandare un messaggio al sindaco Pizzarotti: incominci a prendersi cura della propria città. Incominci ripristinando l’illuminazione pubblica e le condizioni minimi di decoro nei nostri quartieri. Decine di cittadini si sono rivolti agli uffici comunali per segnalare questo problema e attendono risposta. Il peso di mantenere la sicurezza non può essere tutto scaricato sulle forze dell’ordine: il sindaco è il primo responsabile della sicurezza di una città e deve lavorare sulla prevenzione. Come detto, il primo passo è ripristinare una vera illuminazione. Poi, è necessario utilizzare la tecnologia che abbiamo a disposizione. La videosorveglianza deve essere valorizzata, potenziata e usata per fare prevenzione e come deterrente, non solo per fare conferenze stampa. Forza Italia è al fianco dei parmigiani che vivono nella paura di furti, resi più facili dal buio dei quartieri. Raccoglieremo tutte le segnalazioni e sarà nostra cura portarle all’attenzione dell’opinione pubblica e dell’amministrazione comunale”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *