Caso mensa, Gambarini (FI): “Da parte del sindaco presa di posizione tardiva”

Finiscono le scuole e il sindaco Massari si accorge dei problemi delle mense scolastiche. La sua presa di posizione è quanto mai tardiva. Mi immagino già il film: affermazioni roboanti e qualche giorno di caciara su giornali e social network per sollevare un gran polverone. Poi la polvere si depositerà e tutto tornerà alla normalità. Nonostante da mesi le famiglie fidentine segnalino in continuazione la scarsa quantità e la scarsa qualità dei cibi serviti nelle mense scolastiche, il sindaco ha aspettato proprio l’ultimo giorno di scuola per il suo colpo di teatro. Peccato che in mensa nessuno più mangerà fino a settembre. Se ne riparlerà, quindi, più avanti. Quello che stupisce è come si sia lasciato che la problematica si trascinasse avanti per tutto l’anno scolastico: il pugno duro di Massari sarebbe potuto arrivare prima. Ora si tenta di scaricare la colpa sui nutrizionisti – perchè per il sindaco la colpa è sempre degli altri – ma per mesi nelle mense del Comune di Fidenza si sono susseguiti i problemi. E con il cambio d’appalto le cose sono addirittura peggiorate… Anche noi, sia in Consiglio comunale, sia sulla stampa, abbiamo più volte segnalato i problemi delle mense, senza mai avere risposta. Fino ad oggi. Mi auguro che la presa di posizione del sindaco, benchè tardiva, sia seguita dai fatti e non sia, come al solito, solo un annuncio. Alla riapertura delle scuole mi auguro che il problema sia risolto e che il cibo servito sia dignitoso.

Francesca Gambarini
Capogruppo Forza Italia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *