Il dissesto idrogeologico non ha colore politico

Spiace vedere come il sindaco Fedeli e il suo capogruppo Pisaroni, invece, di valutare la nostra proposta abbiano sprecato questa opportunità, preferendo buttarla sulla polemica politica. Pare proprio che siano loro a guardare al colore politico, non noi. Nel nostro intervento, infatti, invitavamo la Regione a darsi da fare per un piano di manutenzione del territorio per prevenire almeno in parte gli smottamenti. Lo abbiamo già detto e lo ripetiamo: il nostro territorio si sta sgretolando pezzo dopo pezzo e non dobbiamo stare con le mani in mano o intervenire sempre dopo. Gli interventi a spot servono solo per una foto sul giornale e una comparsata al tg. Vanno programmati interventi di manutenzione e solo la Regione può prendere in mano la situazione e coordinare questo programma. Non può certo farlo il piccolo Comune. Il sindaco Fedeli e il capogruppo Pisaroni, invece, di rispondere nel merito parlano di tutt’altro. Parlano di partiti. Quindi chiediamo loro: è meglio cercare di fare una programmazione seria per provare a limitare i danni degli smottamenti o è meglio intervenire solo per tamponare le emergenze? Secondo noi, sarebbe meglio studiare un piano serio di manutenzione del territorio, coordinato dalla Regione. Anche Bonaccini e il ministro Galletti la pensavano così, ora hanno cambiato idea?

Francesca Gambarini, consigliere Forza Italia in Unione Terre Verdiane

Brunella Mainardi, consigliere comunale Polesine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *